La Ricetta: Spaghetti Eoliana

La Ricetta: Spaghetti Eoliana

Un piatto semplice e gustoso della tradizione siciliana, per la precisione quella insulare eoliana, di cui sono protagonisti i capperi dell’isola di Salina, in assoluto fra i migliori dell’area mediterranea.

Ho provato questo buonissimo piatto in occasione della mia intervista fatta all’Osteria Cittadella un po’ di tempo fa e me ne sono innamorata riproducendolo anche a casa.

Ingrediente principe di ogni portata eoliana, come nell’antichità, è proprio il cappero, la cui coltivazione è favorita da un clima ottimale, vento leggero e poca umidità.

In passato i capperi venivano impiegati per risolvere alcuni problemi di salute, tra cui la pressione alta e il mal di denti. Inoltre, stimolano l’appetito. I primi a citarli furono Aristotele, Ippocrate e Plinio Il Vecchio.

Gli ingredienti di questo piatto sono ricavati dalla terra, semplici ma ricchi di gusto: non assaporiamo una pietanza qualunque, ad ogni boccone riscopriamo la genuinità e l’importanza delle tradizioni popolari marinare e contadine.

Ingredienti per 2 persone

  • Olio evo
  • Peperoncino
  • Uno spicchio di aglio
  • 150 gr di un misto di olive verdi e nere denocciolate
  • Una manciata di capperi dissalati
  • 3 acciughe dissalate
  • 200 gr di polpa di pomodoro (o pomodorini)
  • Origano
  • 250 gr di spaghetti

Preparazione

In una padella con un po’ di olio evo e peperoncino far imbiondire uno spicchio di aglio, toglierlo ed aggiungere le olive, i capperi e le acciughe.

Far andare a fiamma bassa così da far sciogliere le acciughe dolcemente senza farle bruciare.

Quando le acciughe sono sciolte, alzare la fiamma ed aggiungere la polpa di pomodoro, un po’ di acqua, dell’origano e regolare di sale: ma non troppo perché ci sono già acciughe e capperi che danno la giusta sapidità.

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua in ebollizione, scolarli ed amalgamarli in padella con il composto.

Annamaria Leo