“Filastorie in bicicletta” per sfatare le paure dei bambini

“Filastorie in bicicletta” per sfatare le paure dei bambini

Una raccolta di racconti in rima scritti durante i viaggi del protagonista Gracilino, a cura di Edizioni Fioranna

Passeggiando in bicicletta, respirando la vita a pieni polmoni e guardando il mondo, occhi negli occhi, senza i filtri di una tecnologia che spesso inganna. Esperienze uniche quelle raccontate da Giandomenico Lorusso, con le illustrazioni di Eugenia Chierico, nell’ultimo lavoro di Edizioni Fioranna. “Filastorie in bicicletta – I viaggi di Gracilino” è una raccolta di racconti in rima, scritti durante i viaggi del protagonista in giro per il mondo. Gracilino vivrà incontri ed esperienze uniche, che metteranno in discussione il suo punto di vista su molteplici aspetti della vita: il tempo e quanto sia importante viverlo e non aspettarlo, il riciclo e l’arte che se ne ricava, il valore dei giochi all’aperto, l’affascinante mondo dei libri e dei suoi autori, le paure dei bambini. Nelle intenzioni di Giandomenico Lorusso, autore di questo volume, c’è tutta la voglia di dar vita a nuovi concetti attraverso l’immaginazione e la fantasia. Insomma: «Fin dall’adolescenza – spiega Lorusso – ho iniziato a viaggiare in bicicletta, un’apertura al mondo. È stato questo che mi ha fatto capire come non si possa sprecare tempo stando fermi, immaginando e rimandando, accumulando sogni senza realizzarli. La vita va vissuta, l’idea per questo libro è nata in Portogallo, precisamente a Porto sulle sponde del fiume Duero. Era uno dei miei primissimi viaggi, non ero tanto organizzato ma stando seduto lì immaginavo personaggi fantastici e storie inverosimili che potessero avvicinare i più piccoli alle vicende della vita». Come? Dalle cose più semplici a quelle più complesse: «Penso a quanto faccia paura da bimbi andare dal dentista – spiega ancora l’autore – oppure l’ansia di un armadio, una porta chiusa. In età infantile tutto diventa più animato. Ecco questo volume ha l’intenzione di sfatare queste paure, è scritta affinché le mamme possano leggerle ai loro figli. Come fosse un tuffo in un passato che era tanto bello e meno tecnologico: viviamo oggi un mondo ricco di giochi da telefonini, anche i più piccoli bloccati dietro uno schermo. Non sono esperienze di vita queste. Prima si stava in strada, si giocava davvero, erano esperienze di vita vere che spero di riuscire così a far ripercorrere». Eugenia Chierico, illustratrice di questo volume che vive e lavora in Australia, spiega: «Questo lavoro ha preso un arco di tempo più o meno lungo. È stato stupendo confrontarmi con Giandomenico e con Anna Fiore. Sono molto affezionata a questo progetto poiché mi ha colto in un cambiamento professionale sostanziale: dall’analogico al digitale. Dunque la realizzazione di queste illustrazioni mi hanno accompagnata in una crescita come illustratrice». Anna Fiore, titolare di Edizioni Fioranna, spiega la scelta di pubblicare questo volume: «Ognuna delle storie di questo libro è portatrice di un messaggio importante, “Filastorie in bicicletta – I viaggi di Gracilino” porta avanti la collana di libri “Sogni di Carta” per bambini col fine di avvicinarli alla lettura. Ogni libro che pubblichiamo è scelto con il cuore e seguito con cura, questo per noi è un tassello importante che mancava e siamo felici di averlo nella nostra collana».