“Lavorerò intensamente per non deludere la stima dei miei oltre 14mila elettori”: Beneduce ringrazia gli elettori

“Lavorerò intensamente per non deludere la stima dei miei oltre 14mila elettori”: Beneduce ringrazia gli elettori

“Oggi, più di ieri, io sono voi: lavorerò intensamente per non deludere la stima dei miei oltre 14mila elettori”:  Flora Beneduce ringrazia gli elettori

“Ringrazio gli elettori, gli amici e i sostenitori. Ringrazio chi ha valutato il mio lavoro e, per questo, ha deciso di darmi nuovamente la sua fiducia; chi ha scommesso sul futuro dando forza ad un progetto che non è solo mio ma è di chi crede alla Campania che cresce, che costruisce, che offre efficienza, lavoro, progresso.”

La riconfermata consigliera regionale Flora Beneduce commenta il successo elettorale: ha ricevuto dagli elettori campani la delega a rappresentarli nel Consiglio della Campania. Il lavoro continuo, intenso, determinato di questi ultimi anni è stato premiato dai cittadini che le hanno dimostrato la propria stima, con un consenso superiore alla scorsa tornata elettorale.

“Ho dichiarato spesso di sentirmi in piena sintonia con i cittadini, con il loro desiderio di riscatto e con la loro volontà di essere la parte migliore della nostra regione. Sarò al loro fianco in una battaglia per una sanità più umana, per un’economia più solida, per una terra più sana. In Consiglio regionale non sarò seduta su una poltrona, ma sarò presente sui territori e raccoglierò le loro istanze, per dare risposte concrete. Non starò in silenzio e lotterò per difendere i diritti, gli interessi, la vita degli abitanti della Campania. Perché oggi, più di ieri, io sono voi”.

La mia opposizione sarà lucida e determinata, intransigente ma non ostile. Mi lascerò guidare dai valori che mi hanno animata sempre e dalla coscienza, che non è più solo la mia, ma è coscienza collettiva – sottolinea Flora Beneduce – Lavorerò intensamente, come sempre, per non deludere la stima dei miei oltre 14mila elettori e per guadagnare quella di ciascun cittadino campano.”