Area Flegrea: Al via il festival di danza teatro e musica “Antichi Scenari”

Area Flegrea: Al via il festival di danza teatro e musica “Antichi Scenari”

image_print

Da venerdì 30 luglio con lo spettacolo Linea Cocteau –monologo a due voci, al via il festival di danza teatro e musica Antichi Scenari con la direzione artistica di Carmine Borrino e Veronica Grossi. Tra prosa, danza e musica 18 appuntamenti immersi nei siti archeologici e negli scenari naturali dei Campi Flegrei. L’arte in dialogo con la terra del mito per un festival che si auspica di rievocare gli ‘antichi scenari’ a cui il titolo rimanda.
Gli appuntamenti proseguiranno per tutti i weekend fino a domenica 19 settembre.
Il Festival è organizzato dall’Associazione Culturale Luna Nuova, con il Patrocinio del Comune di Pozzuoli e del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, con il riconoscimento del Mic.
Un Festival a zero impatto ambientale, con gli spettacoli che andranno in scena all’alba e al tramonto, a seconda delle esigenze artistiche dei singoli spettacoli, senza elettricità e tecnologia, affidandosi completamente alla sola forza eloquente degli attori, alla potenza espressiva dei danzatori, al suono non amplificato della musica. I siti che ospiteranno i singoli appuntamenti saranno insieme agli artisti coinvolti i veri protagonisti della manifestazione. Tempio di Serapide, Terme di Baia, Scavi archeologici di Cuma, Tempio di Nettuno, Tempio di Apollo, Oasi Naturalistica di Montenuovo, Belvedere Buona Vista, Lago d’Averno. Un Festival itinerante che ospiterà il teatro all’Oasi Naturalistica di Montenuovo, la danza tra il Tempio di Serapide, l’ Arena urbana/Tempio di Nettuno e gli Scavi Archeologici di Cuma, la musica tra Terme di Baia, Monte di Procida, Arena Urbana /Tempio di Nettuno e il Lago d’Averno.

Orari spettacoli: h 19.30, h 06.30
Info e prenotazioni: lunanova.arte@gmail.com
Costo biglietto: posto unico 7 euro

<< E’ il momento, e aggiungerei, l’occasione di riportare l’attenzione sul senso dell’Essere Umano. Questo festival, svolgendosi tra la natura e i siti archeologici dei Campi Flegrei può aiutarci a comprendere che l’uomo ha un’assoluta necessità di armonizzarsi ad essa, ritrovando proprio un concetto costante del pensiero Classico, così da provare a ricostruire piccole e micro comunità dai puri intenti intorno a una perfomance artistica.>> – spiega Carmine Borrino – <<Il mondo è cambiato e queste occasioni possono aiutare le tante persone che oggi si sentono smarrite. Ritornare al concetto dell’incontro, ritornare all’ascolto e alla condivisione. Questo è per me l’obbiettivo delle arti adesso: aiutarci e a riscoprirci ancora Esseri Umani.>>
La condirettrice Veronica Grossi aggiunge << L’associazione Luna Nova con questo progetto vuole valorizzare non solo gli artisti e le compagnie campane che si sono affermate a livello nazionale e internazionale ma soprattutto un patrimonio non delocalizzabile e legarlo strettamente alla crescita del turismo d’arte, come turismo consapevole, con servizi dedicati, stimolo all’imprenditorialità del settore, attraverso la costituzione ed organizzazione di reti e alla messa a disposizione di competenze tecniche, risorse finanziarie e strumentali.>>