Ampi consensi per il weekend Mielepiù

Ampi consensi per il weekend Mielepiù

Atripalda. Week end all’insegna del Giro d’Italia che giunge alla sua imminente 106esima edizione.
All’inaugurazione della mostra museo, con la famiglia Miele, il sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo, gli assessori Gianna Parziale e Antonio Guancia, il delegato CONI Avellino Giuseppe Saviano e per UISP Avellino, Carmine Soricelli.
Ospite d’eccezione, il noto velocista Sonny Colbrelli. Grande attenzione al “Trofeo senza fine”.
Presentato in conferenza stampa al Comune di Atripalda, il calendario di eventi in città, fino a maggio.
In chiusura, notevole affluenza di ciclisti in occasione del riuscito giro cicloturistico per strade e colline della verde Irpinia.

Dunque, un fine settimana d’eccezione, quello appena trascorso ad Atripalda grazie al doppio evento. In primis, la mostra museo, dedicato alla storia del Giro d’Italia, che si è svolto nell’ampio showroom MielePiù di via Appia. Ancora, il giro cicloturistico che si è svolto nella mattinata di domenica, con una consistente partecipazione di ciclisti, provenienti da vari punti della regione.
Degno preludio alle due tappe del Giro che attraverseranno l’Irpinia, nella prima decade di maggio.
È stata un’opportunità di ampia visibilità soprattutto ma non esclusivamente, sulla scena nazionale. A renderla possibile, la determinazione e le capacità imprenditoriali di Marco Miele, ciclista per passione e titolare dell’azienda, unitamente ai fratelli Giuseppe e Paolo.
Per Atripalda, si tratta di un avvenimento inedito, al pari dell’intera provincia. Concreto il ruolo della Provincia di Avellino, quale ente organizzatore delle due tappe irpine del Giro d’Italia, la quarta con arrivo sull’Altopiano del Laceno, mentre la quinta ha partenza proprio da Atripalda. A seguito della convenzione siglata con RCS Sport, assume la veste di ente organizzatore delle due tappe irpine del Giro d’Italia. Un’iniziativa particolarmente motivata. Va ricordato la fattiva collaborazione dell’amministrazione comunale atripaldese, guidata dal sindaco Paolo Spagnuolo, rilevante per l’ottima riuscita di questa anteprima appena conclusasi, del Giro.
L’impegno specifico continuerà pure nelle seguenti settimane. La cittadina in occasione della tappa del 10 maggio, assumerà il ruolo di valida protagonista.
“Portare in Irpinia una manifestazione sportiva di fama internazionale è per me un sogno che si avvera – spiega Marco Miele – e la spinta decisiva e la giusta carica di energia per centrare questo obiettivo mi sono state date dagli amici dell’Associazione Eco Evolution Bike, costituita pochi anni fa per valorizzare e promuovere un ciclismo sostenibile, coniugando passione e socialità. Poi è stato fondamentale il solido rapporto che da anni lega la mia azienda ad uno dei principali sponsor del Giro. Oggi mi sento davvero orgoglioso di essere irpino, e di far parte di una comunità che riesce a realizzare i sogni in cui crede”.
L’inedita mostra museo, aperta sia sabato che domenica, ha attratto numerosi visitatori, tra i quali molti appassionati che hanno potuto ammirare varie testimonianze del Giro d’Italia. Spiccato interesse per l’area allestita in omaggio al “pirata” Marco Pantani. Momento clou della due giorni,m è stato l’attesissimo giro cicloturistico con 150 partecipanti. I ciclisti si sono radunati nell’ampio parcheggio dell’azienda MielePiù, quindi l’immancabile selfie con Colbrelli e il trofeo, e poi tutti a pedalare nella verde Irpinia passando per Arcella, Pratola Serra, Passo Serra, Venticano, Dentecane, Montemiletto. Una vera festa dello sport ed un tripudio di abbracci e sorrisi, tutti uniti da un’unica grande passione.

Teresa Lucianelli