“Il Palazzo del Diavolo” di Adriana Capogrosso

Napoli ospita una fra le più importanti e fiorenti società degli inferi: la BAD Company SpA. La sede è sita nel famoso ‘Palazzo del Diavolo’, un edificio costruito nel 1406 da Ladislao D’Angiò Durazzo ma che la leggenda attribuisce all’opera di Satana in persona. Il successo della società si fonda su logiche di mercato innovative e moderne. Nell’era della massima corruzione delle anime, l’opera dei demoni non risiede più nella tentazione ma nella promessa della definitiva distruzione della coscienza umana. La vicinanza e la perfetta integrazione e convivenza fra gli uomini e gli operatori degli inferi è tale da rendere questi ultimi assolutamente indistinguibili. È in questo bizzarro e incredibile contesto che Doretta, la protagonista de ‘Il Palazzo del Diavolo’, gioca a scoprire la verità su un caso oscuro risalente al 1960. Una lettera indirizzata ad un barone giunge per errore fra le sue mani. Ne legge il contenuto e decide di fare chiarezza perché troppe cose non tornano. Così, inizia a investigare. Forte, però, soltanto della sua logica sgangherata, fatalmente oscillante fra una religiosità popolare e un’incrollabile fiducia nel destino, la donna diventerà l’impotente protagonista di una serie di vicende oscure e di torbide verità. Un noir anticonvenzionale, atipico, nel quale il destino dell’antieroe, inattendibile e inutilmente tragico, diventa l’emblema di un’epoca malata. La rappresentazione del lato oscuro dell’esistenza e della natura umana avviene attraverso il racconto di avventure che appartengono alla modesta epica degli uomini comuni. Lo specchio dell’uomo è il Male che gioca con la sua immagine ancestrale: il diavolo in carne e ossa. La narrazione, leggera e intrisa di ironia, oscilla fra un piano di realtà, la Napoli contemporanea con la sua bellezza, i suoi difetti, la sua gente, e un piano surreale/magico, i diavoli che vivono e pensano come gli esseri umani.

Adeguamento a normativa europea sulla privacy (GDPR)

New Media Press e New Media Ass. Editoriale

– Informativa sulla Privacy-

  Adeguamento a normativa europea sulla privacy (GDPR)

in vigore dal 25 maggio 2018

 

Politica di protezione dei dati di New Media Press e New Media Ass.Editoriale  relativamente ai siti internet http://www.newmediapress.it/ e http://www.newmediapress.it/magazine/ (Notiziario Italiano Campania –   Reg. Tribunale di Napoli n° 4 del 08.02.10)

  1. New Media Press.it e New Media Ass. Editoriale rispettano  la tua privacy

 La protezione della tua privacy nel trattamento dei tuoi dati personali è un tema importante a cui prestiamo particolare attenzione. Trattiamo i dati personali raccolti durante la vostra visita ai nostri siti Web in modo confidenziale e esclusivamente in conformità con le disposizioni di legge. La protezione dei dati e la sicurezza delle informazioni fanno parte della nostra politica aziendale.

  1. Raccolta e trattamento dei dati personali

I dati personali vengono memorizzati solo se forniti volontariamente dall’utente per uno scopo determinato, ad es. nel contesto di una registrazione, un’esecuzione di un contratto, nel contesto di una fiera o di una presentazione. Inoltre, quando si visita i  nostri siti Web vengono raccolte le seguenti informazioni: indirizzo IP, il sito Web di provenienza (referrer), pagine visualizzate, file scaricati (download), video visualizzati / tracce audio ascoltate, singoli collegamenti cliccati, durata della visita, browser utilizzato, ecc. Le informazioni acquisite ci consentono di ottimizzare ulteriormente i nostri siti Web e adattarli ancora meglio alle esigenze dei nostri visitatori.

  1. Tipologia di dati raccolte e finalità di trattamento

Fra i dati personali raccolti ci sono: email, nome, cognome, numero di telefono, company, ruolo, sito web e cookie. I dati dell’utente sono raccolti per consentire al titolare di fornire i propri servizi, cosi come per le seguenti finalità: contattare l’utente, l’invio di notifiche concernenti l’attività del nostro ufficio stampa , la redazione, reportistica di utilizzo sia ad uso interno che ad uso dei clienti e l’attività di amministrazione in generale.

  1. Modalità di trattamento

Il titolare tratta i dati personali degli utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l’accesso, la divulgazione, la modifica o la distribuzione non autorizzate dei dati personali. Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. I dati Personali raccolti, vengono registrati nei DB proprietari di New Media Press.

  1. Cookies di terze parti

http://www.newmediapress.it/ e http://www.newmediapress.it/magazine/    includono  servizi di altri fornitori (ad esempio Facebook, AddThis, Google Analytics) che, a loro volta, possono utilizzare cookie e componenti attivi. Senza avere, tuttavia,    alcuna influenza sul trattamento dei dati personali da parte di questi fornitori. Fai riferimento ai siti Web dei rispettivi fornitori per le informazioni relativamente a come vengono gestiti i dati.

  1. Uso dei link esterni

http://www.newmediapress.it/ e http://www.newmediapress.it/magazine/    possono contenere collegamenti a siti Web di terzi gestiti da provider non associati a noi. Il comportamento delle terze parti sono, per loro natura, al di fuori del nostro controllo. Pertanto, non siamo responsabili  per il trattamento di dati personali da parte di terzi.

  1. Revoca del consenso

È possibile revocare il consenso alla raccolta, l’elaborazione e all’utilizzo dei dati personali in qualsiasi in momento  inviando “RICHIESTA CANCELLAZIONE” alle seguenti e-mail: newmediaufficiostampa@gmail.com e newmediaedizioni@gmail.com