Tutti a Scuola: Finalmente

Tutti a Scuola: Finalmente
image_print

Tra mille incertezze e preoccupazioni il 24 settembre scorso molti istituti scolastici del territorio flegreo hanno riaperto le porte dopo mesi di chiusura dovuta all’emergenza sanitaria di Covid Sars 2 che da Marzo scorso ha sconvolto il mondo intero. Per tutta l’estate si è lavorato senza tregua per garantire un inizio di anno scolastico in sicurezza, ma le problematiche da affrontare sono state veramente tante come la gestione degli spazi, i banchi insufficienti, i collaboratori scolastici e i docenti supplenti da nominare ma nonostante tutto la campanella di numerose scuole ha riportato in classe tanti alunni che finalmente hanno potuto rivedere compagni e docenti e anche se sono mancati abbracci e baci è stata palpabile la gioia di rincontrarsi e di parlarsi anche se a distanza e con la mascherina. Sicuramente sarà difficile gestire un anno scolastico che si preannuncia così complesso e le strategie messe in atto dalle scuole sono state tante e diverse: qualche scuola ha optato per i doppi turni, un’altra per la didattica integrata, altre ancora hanno sacrificato il sabato libero e poi c’è l’Istituto Falcone di Pozzuoli che da anni rappresenta una risorsa per il territorio flegreo con la sua offerta formativa e che dispone di ben tre sedi, l’indirizzo tecnico turistico a Pozzuoli, l’istituto agrario a Licola e il liceo scientifico a Varcaturo. Per la sede di Arco Felice che disponeva di alcune aule non idonee ad accogliere i numerosi alunni si è pensato di trasferire MOMENTANEAMENTE e SOLO per il periodo di emergenza le classi seconde e terze presso la sede di Varcaturo che dispone invece di spazi ampissimi. Consci del disagio provocato ad alunni e genitori, la Preside Rossella Tenore che da mesi si sta spendendo per riaprire in tutta sicurezza la scuola, ha cercato di spiegare ai genitori che a fronte dei disagi legati al trasporto, prima di tutto c’è la FORMAZIONE degli alunni e che tutte le decisioni prese sono state dettate dalla premura di garantire appunto la formazione dei ragazzi che non può essere sostituita dalla didattica a distanza, che si è rivelata una risorsa durante il lockdown, ma che non supplisce il rapporto umano. Lasciano interdette, quindi, alcune affermazioni, di una mamma che in un articolo di un giornale locale, lamenta la cattiva gestione dei trasporti dell’Istituto Falcone per i disagi che alunni e famiglie sono stati costretti a subire. Senza negare che i disagi esistono come esistono in TUTTI gli istituti del territorio, ci sorprende di come la “signora” che non si firma, si preoccupa dei trasporti trascurando la FORMAZIONE del figlio/a, FORMAZIONE che il Falcone ha sempre assicurato e che continua essere il denominatore comune a tutte le azioni messe in atto. La Dirigente, invece mettendoci la faccia e il nome, ha incontrato i genitori degli alunni del Turistico di Pozzuoli, rassicurando loro, ancora una volta che si tratta di una situazione momentanea e che si sta facendo tutto il possibile per ridurre i disagi e per consentire la ripartenza di questo nuovo anno scolastico che tra mille perplessità ha avuto finalmente inizio.

Di Maria Palma Gramaglia