Tra drink e drink, piazza d’onore all’Archivio

image_print

Secondo posto ai Barawards 2018 per L’Archivio Storico. La postazione d’onore al premio che valorizza le eccellenze dell’ospitalità made in Italy è stata catturata con originalità e impegno dal risto-premium bar che stra-piace.

Il bar manager Salvatore D’Anna presenta una carta dei drink stuzzicante e in grado di coinvolgere la platea vomerese e gli avventori “fuori porta”, scommettendo sui sapori della tradizione con cocktail multi time, concepiti per l’aperitivo domenicale, indicati per la cena e per il dopo cena.
Sono ispirati alla storia stessa di questa città incredibile, contraddittoria, affascinante, alla sua cultura e alle antichissime tradizioni, in particolare a quelle borboniche ma vicini al gusto contemporaneo.
In carta, c’è ad esempio : il
“San Gennaro” con Scotch Whisky, Islay single malt whisky, Porto Rosso, Cherry brandy, succo d’arancia; ”Espresso fizz” con Rum chiaro, liquore al caffè, zucchero, succo di limone, soda al caffè espresso; “Piennolo” con Vodka e Bloody Mary mix mediterraneo; “Crisommola Negroni” con Jin Aperol, Vermouth dry, liquore all’albicocca, Orange bitters.
Poi, il “Babà Punch, pezzo forte del
momenti. Rum Jamaicano, Rum Speziato, Oleo Saccarhum, Pisto mix, succo di limone, the, cannella, arancia per un punch di rilievo che spicca nella drink list: una versione tutta partenopea, che ha origine da una riflessione di Salvatore D’Anna che, osservando con occhio attento i particolari nelle cucine del locale, ha individuato e utilizzato delle similitudini tra la preparazione della bagna per il babà dell’Archivio Storico – il “Lazzarone” – e le tecniche di preparazione del punch.

Armando Giuseppe Mandile