ENM attiva in Campania 31 sportelli per il microcredito

Il 23 gennaio la presentazione con Baccini, De Magistris, Panini, Esposito

 I nuovi sportelli informativi per l’autoimpiego illustrati nel corso del seminario presso la Galleria Principe di Napoli

NAPOLI – Al via in Campania 31 sportelli informativi creati dall’Ente Nazionale per il Microcredito pronti ad orientare e accompagnare al microcredito. Per garantire l’innovativo servizio, l’Ente, attraverso il “Progetto Microcredito e Servizi per il Lavoro”, inserito nelle attività cofinanziate dal FSE, ha formato 38 operatori interni a 8 amministrazioni campane e già operativi presso i centri per l’impiego provinciali e gli sportelli informativi dei comuni e camere di commercio. A presentare “Il ruolo dei nuovi sportelli” sarà il presidente dell’ENM Mario Baccini durante il seminario che si terrà giovedì 23 gennaio p.v., a partire dalle 10, nella sala Vincenzo Gemito della Galleria Principe di Napoli. “Il nostro servizio è un valore aggiunto –  anticipa il presidente dell’ENM Mario Baccini – nato per  rafforzare le competenze esistenti e rivolto ai tanti cittadini non bancabili, i quali potranno ottenere le opportune risposte grazie a un personale costantemente aggiornato. Così, oltre a rimettere in moto una fascia di utenza da troppo tempo emarginata, con le amministrazioni aderenti si potrà sviluppare un modello di rete territoriale per la microimpresa in aiuto dei più deboli”. Obiettivo dei nuovi sportelli è infatti fornire notizie puntuali sui programmi di microcredito attivi e sull’offerta di incentivi per l’avvio d’impresa e l’autoimpiego. Sono 100 in totale gli Sportelli attivati presso Camere di Commercio, CPI, Urp e Suap comunali di Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, le quattro regioni in cui il progetto dispiega le sue forze.
Attuato dall’Ente, in accordo con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione generale delle politiche dei servizi per il lavoro , “Il progetto – spiega il capo progetto Mario Esposito – ha inoltre realizzato una piattaforma informativa (www.retemicrocredito.it)  messa a punto per supportare le attività degli sportelli”. Interverranno il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, l’assessore al lavoro e attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini, l’assessore alle Politiche del Lavoro, centri per l’impiego e pari opportunità della Provincia di Salerno Giuseppina Esposito, e molti amministratori dei vari comuni che hanno aderito al Progetto. La mappa degli sportelli nella regione sarà illustrata da Giovanni Esposito, coordinatore operativo in Campania. La Tavola rotonda moderata dal direttore de “Il Denaro” Alfonso Ruffo e lo speciale workshop tecnico diretto da Tiziana Lang, responsabile delle attività regionali del progetto, si avvarranno del contributo di esponenti del partenariato economico e sociale del territorio campano. A concludere saranno il segretario generale dell’Ente, Riccardo Graziano, e il presidente della Camera di commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni.




Ciclo di incontri: “Il riscatto di Napoli e della Campania, la rinascita del Mezzogiorno”

Azione Meridionale unitamente al Movimento Unitario Giornalisti Campania, Associazione studi e ricerche economiche Kompetere e MODAVI Federazione Provinciale di Napoli ONLUS, ha organizzato un ciclo di incontri sul tema “Il riscatto di Napoli e della Campania, la rinascita del Mezzogiorno”.
I dibattiti, che inizieranno nel mese di ottobre e si concluderanno a giugno, vedranno la parteciapazione di autorevoli esponenti del mondo della politica, dell’economia, dell’informazione e della cultura.
Il ciclo di incontri sarà inaugurato venerdì 4 ottobre alle ore 18 presso l’Istituto “Denza” sito in Discesa Coroglio, 9 (Posillipo) a Napoli con la partecipazione dell’Onorevole Antonio Bassolino, Presidente Fondazione SUDD. L’incontro sarà moderato dal Presidente del Movimento Unitario Giornalisti Campania, Mimmo Falco.
In un momento particolare per la Nazione, riveste grande importanza l’iniziativa promossa da Azione Meridionale e dai movimenti per cercare di indicare strade e soluzioni ai problemi che attanagliano la città, la Regione Campania e l’intero Mezzogiorno.




Campania EcoFestival 2012: parte il Differenziarock contest

Il Campania ECO Festival promuove la musica emergente grazie al DifferenziaRock Contest.

Il progetto ha il chiaro scopo di sostenere la musica emergente, far conoscere su tutto il territorio le band che producono musica inedita, promuoverle presso gli operatori del settore e, soprattutto, decretare la band che salirà sul palco durante le serate del CAMPANIA ECOFESTIVAL 2012 per aprire il concerto rock del gruppo di punta.

La partecipazione al contest è gratuita ed aperta a tutti i gruppi emergenti con un progetto di musica inedita (no cover).

Occorre avere un repertorio live non inferiore a trenta minuti, pena l’esclusione dalla manifestazione musicale. Tale presupposto è necessario per sostenere l’eventuale concerto in caso di vittoria.

 

Modalità di iscrizione

 

Per iscrivere la tua band al contest invia una mail all’indirizzo di posta elettronica booking@campaniaecofestival.it segnalando il nome della band, il link al profilo myspace della band, una breve nota biografica, una scheda tecnica con le richieste per il live ed una foto artistica della band (jpeg).

Durata del contest:

E’ possibile iscriversi dal 1 marzo fino alle ore 24:00 del 15 aprile.

Le votazioni online si chiuderanno alle ore 24:00 del 20 maggio.

Meccanismo di voto: Il concorso si dividerà in due fasi.

 

Prima Fase

Le band che si iscriveranno al DifferenziaRock Contest 2012 saranno valutate da un Gruppo d’ascolto secondo criteri che terranno conto, a suo insindacabile giudizio, della qualità delle canzoni, delle capacità interpretative degli artisti e dell’originalità delle proposte, tramite ascolto delle track caricate sul proprio profilo myspace.

Il Gruppo d’ascolto è presieduto dalla direzione artistica del festival ed è composto dalla stessa direzione artistica a cui vanno ad aggiungersi: Alfonso Tramontano Guerritore (giornalista de “La Città di Salerno” e del magazine “Freak-out”), Luigi Ferraro (del magazine CampaniaRock), Salvatore Padula (dell’agenzia booking “Indiemeno”), Tony D’Alessio (voce dei Guernica).

Il Gruppo d’ascolto svolgerà i compiti ad esso attribuiti assumendo le decisioni a maggioranza dei componenti.

Questa fase si concluderà con la nomina di 5 bands scelte dal Gruppo d’ascolto per il passaggio a quella successiva.

 

Seconda Fase

 

I 5 gruppi scelti potranno essere votati sulla nostra fan page di facebook con un semplice “Mi Piace” sotto la loro foto che, per l’occasione, verrà inserita all’interno di un album fotografico creato appositamente per il contest.

Le votazioni sono aperte dal 1 maggio e si concluderanno alle ore 24:00 del 20 maggio.

La band che avrà raggiunto il maggior numero di preferenze si esibirà sul palco del Campania ECO Festival.

 

Motivi di esclusione

 

Le bands che avranno tra i loro voti dei “Mi Piace” di profili facebook da noi ritenuti evidentemente di circostanza, ossia creati di proposito solo per votare una band, potranno andare incontro a sanzioni fino ad arrivare alla esclusione dal contest.

La band vincitrice del contest dovrà assicurare agli organizzatori del CEF 2012 che non effettuerà nessun tipo di concerto nelle zone dell’Agro Nocerino Sarnese e Paesi Vesuviani dal 1 di giugno fino al giorno precedente all’evento CEF 2012. In caso contrario, la vittoria del contest potrà anche essere considerata nulla e a salire sul palco del CEF sarà la seconda classificata e così via.

 

 

Contatti

 

Mail: booking@campaniaecofestival.it;

Peppe Del Sorbo – 3346681549

Luca Petrosino – 3286146556

(cs)




Si sono conclusi nei giorni scorsi i lavori dell’incontro/dibattito LA REALTA’ DELLA FARMACIA CAMPANA, ANALISI ECONOMICO FINANZIARIA

Si sono conclusi nei giorni scorsi presso l’Hotel Excelsior di Napoli i lavori del convegno intitolato “GLI EFFETTI DELLA MANOVRA MONTI – LA REALTÀ DELLA FARMACIA CAMPANA, ANALISI ECONOMICO FINANZIARIA”, organizzato e promosso daStudio Farmadata di Napoli e da Farbanca S.p.A. – Gruppo Banca Popolare di Vicenza sui temi della manovra Monti rapportati alla realtà della regione Campania.

“Le farmacie attraversano una fase di grande transizione. Sono sempre state abituate a vivere in un mondo ‘protetto’ ma negli ultimi anni si sono trovate ad affrontare nuove esigenze di mercato, per le quali non sempre sono risultate preparate. I problemi di disorganizzazione e i costi eccessivi sono aggravati dalla precaria realtà finanziaria campana e dai ritardi di pagamento da parte del Servizio Sanitario Nazionale. Una ristrutturazione di tale sistema deve prevedere forme di aggregazione delle farmacie, che non deve limitarsi ai punti-vendita ma deve investire tutta la filiera produttiva e distributiva del farmaco” ha spiegato il dott. Nicola Guerriero dello Studio Farmadata di Napoli, specializzato in consulenza economica e gestionale per le farmacie.

Tra gli interventi di maggior interesse si è segnalato quello proposto dal prof. Ettore Novellino [ex-Preside della Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli ‘Federico II’]: “La farmacia da fornitore di servizi deve diventare parte integrante del Servizio Sanitario Nazionale, in grado di dare al medico (di medicina generale) quei supporti capaci di favorire la de-ospedalizzazione del paziente. È un ruolo nuovo a cui bisogna prepararsi ma questo è il futuro dell’assistenza medica e dell’assistenza farmaceutica in Campania”.

 

Ai lavori del convegno hanno preso parte anche il dott. Giulio Landi e il dott. Umberto Angella di Farbanca S.p.A., che ha come missione quella di svolgere un’attività bancaria rivolta principalmente al mondo della farmacia e della sanità, nel qualeFarbanca intende essere non solo il punto di riferimento economico ma anche una istituzione in grado di favorire i processi di sviluppo del settore, incrementandone le opportunità di crescita operativa e reddituale.




Musica: nessun tour internazionale in Campania, spazio invece per numerosi artisti italiani

NAPOLI – Nessun tour internazionale farà tappa in Campania. Tra i vari artisti in giro per lo stivale (Bob Dylan, Mark Knopfler, Paul McCartney, Graham Nash, Red Hot Chili Peppers, solo per citarne alcuni), solo James Taylor si esibirà presso una location campana (Teatro Augusteo di Napoli).
Invece saranno numerosi gli artisti italiani che approderanno in Campania nei prossimi mesi iniziando da Max Gazzè (5 novembre, Arenile di Bagnoli) con il concerto “Easy Chic”, i Negramaro (12 novembre, Palasele di Eboli e 19 e 20 novembre, Palamaggiò di Castelmorrone) con Casa 69 Tour e Banco del Mutuo Soccorso e le Orme (25 novembre, Palapartenope) le band simbolo del progressive, che faranno tappa a Napoli.
Il 17 novembre invece, sia il Teatro Augusteo, sia il Palasele di Eboli vedranno contemporaneamente 2 grandi artisti italiani come Raf (Numeri Tour 2011) e Zucchero (Chocabeck World Tour); grandi le attese scenografe per quest’ultimo, come suo impareggiabile stile.
Altra data importante poi chiude il mese di novembre ospitando il tour dei Subsonica (28 novembre, Augusteo) mentre un ritmo ancor più trepidante aprirà il mese prossimo con i  Planet Funk che faranno tappa il 2 dicembre all’Arenile di Bagnoli, seguiti da Luca Carboni che sarà al teatro Acacia il 12 dicembre con la presentazione del suo nuovo Senza Titolo.
Forte attesa per Jovanotti con il suo Ora Tour che passerà per il Palamaggiò di Castelmorrone il 21 dicembre.
L’anno nuovo vedrà invece l’approdo di Laura Pausini (15 e 16 marzo, Palamaggiò di Castelmorrone), Pino Daniele (31 marzo, Palapartenope) che non poteva non fermarsi nel territorio campano, Tiziano Ferro (15 aprile, Palasele di Eboli e 21 maggio al Palamaggiò), con il suo tour “L’amore è una cosa semplice” che anticiperà il suo nuovo album e Biagio Antonacci (9 maggio, Palasele di Eboli e 10 maggio Palamaggiò di Caserta).

Vittoria Citarelli