Raffaele Tufano: 21 anni di fashion style

Raffaele Tufano: 21 anni di fashion style

image_print
Ampia partecipazione per “Union fashion for style”, evento che ha celebrato i 21 anni di carriera di Raffaele Tufano, stilista per professione e per passione.
Nel centro pulsante di Sant’Anastasia, in piazza Trivio, l’applaudita sfilata/evento concepita e realizzata quale  “assaggio di classe che solo l’alta moda sa interpretare”.
Anche un’occasione conta al volo con verve e impegno, per “dimostrare che con la civiltà si può fare lo stesso economia”, come ha affermato entusiasta il sindaco di Sant’Anastasia, Carmine Esposito, nei suoi  saluti.
Una kermesse che ha distinti Sant’Anastasia per buon gusto, creatività, classe.
“Ritornare a casa non è mai facile, c’è sempre un po’ di emozione a fare capolino, anche per questo ho scelto tanti compagni, come me appassionati di moda, per intraprendere quest’avventura. – ha detto lo stilista – Ringrazio sentitamente ognuno di loro, perché credere in un progetto tanto impegnativo è un atto di profonda fiducia e sincera stima. Spero che la città apprezzi il grande sforzo profuso da ciascuno, e torni a sognare, perché la moda è anche questo, la realizzazione di una visione onirica”.
“Attraverso la moda è possibile tornare a sognare, e farlo insieme rende i sogni realtà” ha sottolineato Tufano, tra gli applausi del coinvolto pubblico presente.
 Lo stile di Raffaele Tufano nasce da una formazione accademica, con stage insieme a grandi Maestri, quali Valentino, Sarli, Capucci, e da una spiccata passione per la sartorialità, che è tuttora il motore dell’attività dello stilista.
Milano, New York, Capri, Roma e la Costiera: con un’ esclusiva produzione, Tufano porta in passerella il suo ideale di donna, raffinata nella spontaneità che è sempre un punto fermo è basilare quando si  parla di autentica eleganza, ovvero di signorilità. Punta appunto sul fascino della sartorialità e su inedite reinterpretazioni in ognuna delle sue collezione maturate con spirito critico e precisione quasi maniacale, sinonimo di affidabilità, in un mi sforzo teso verso la perfezione e la purezza dello stile. Spiccano le versatili ispirazioni di una musa  iperfemminile, rigorosa, contemporanea; seducente; elegante; sofisticata; magica, a volte fiabesca, vista e voluta quasi come un’opera d’arte vivente.
La kermesse è stata efficacemente connotata dalle opere di Fabrizio De Crescenzo, artista iperrealista, napoletano, classe ’93, in esposizione a “La Congrega”.
Applaudita performance musicale della cantante Angela Nasprato, insieme al cantautore Cristian Faro, suo produttore e maestro.
La riuscita serata ha visto coinvolti pure altri marchi moda: Boutique Ferrari di Valentino Ferrari, Run-in Closetdi Federico Maurizi e Anna Vuolo,T.H.O.F. di Gabriele Cirillo.
I gioielli di Raf Oro hanno impreziosito le splendide creazioni in passerella e, a completamento, le calzature Albano, che hanno aggiunto ammiccante femminilità alle modelle della Marilyn freedom Agency di Mauro Carillo; e tra esse anche una giovanissima anastasiana Mara Mollo.
Parrucco realizzato da Antonio Di Marzo, Vittorio Esposito e Francesco Innaco; per il trucco, le MUA Gina Biondelli, Iolanda Di Franco, Angela Giordano, Teresa Perez e Antonella Vitalone.
Patrocinio morale del Comune di Sant’Anastasia.
Conduzione di Vera Ceriello; foto Daniele Moretti, collaborazione di Sergio Bisceglia. L’evento è stato promosso da Roberto Liguoro, di Hop Lab; Vincenzo Buonandi ed Elisa Travino, di 30metriquadri e sostenuto da  Telefonia Granata, di Raffaele Granata, ideatore di “Zorro.it”; insieme a Tramael srl.
Degustazione di Rupes, amaro pluripremiato che la MW Services snc di Walter De Luca e Michele Vermiglio promuovono sul territorio, e cake design PierCake in chiusura di serata.
Teresa Lucianelli