Pozzuoli: il 15 agosto la festa dell’Assunta e il “Pennone a Mare”

image_print

O Valjone o Darsena, è il porticciolo dei pescatori dove è possibile ammirare l’effetto dell’acqua bassa dovuto al fenomeno del bradisismo. Il nome probabilmente deriva dalla presenza in passato dei galeoni che vi attraccavano o in ricordo di una leggenda riguardante un antico galeone spagnolo sprofondato nelle vicine acque. Oggi invece, anche a causa del bradisismo,  sono attraccate solo piccole imbarcazioni. La Darsena si trova in prossimità del porto ai piedi del Rione Terra di fronte al borgo dei pescatori. La piccola Chiesa della Madonna Assunta si trova sul lato opposto dal borgo, ed è possibile visitarla. La Chiesa fu ricostruita più volte a causa del bradisismo e di un maremoto, all’interno della chiesa è possibile ammirare  la statua in legno dell’800 dedicata alla Vergine. È tradizione che ogni 15 Agosto la statua viene portata in processione per le strade di Pozzuoli. Di fronte alla Chiesa vi era una piccola fabbrica di barche dei fratelli Vallozzi dalla seconda decade del 1900.  Un’altra tradizione è quella del pennone a mare. Una gara di abilità che si svolge sul molo caligoliano ,poco distante dalla Darsena.  Le regole sono semplici: i concorrenti devono prendere le tre bandiere poste su un palo cosparso di sapone e issato sul porto dove lo sfondo si compone di decine di barche che da mare godono di una prospettiva completa. I concorrenti devono      arrivare in cima e prendere una bandierina, ciascuna è l’equivalente di un premio. L’impresa non è semplice, è più probabile assistere a clamorosi e divertenti scivoloni a mare che alla conquista delle tre bandierine. Tante saranno  le persone che giungeranno  nel centro storico di Pozzuoli  per partecipare alla festa. Dal palio del “Pennone a Mare”, alla processione dell’Assunta, per giungere verso le 23 allo spettacolo dei fuochi d’artificio.

Luigi Borrone