Panettoni della Campania, ecco 5 tra i più originali

Panettoni della Campania, ecco 5 tra i più originali

image_print

Uno per ogni provincia, scelti con gusto. Sono tutti a forte connotazione territoriale, artigianali e prodotti da pasticcerie pluripremiate

Partendo dall’Avellinese e arrivando al Salernitano, attraverso le cinque province della Campania, L’Arcimboldo degli Artisti del Gusto, propone un percorso del gusto: “PANETTONI DELLE 5 PROVINCE” e racconta appunto cinque lievitati artigianali, uno per ogni territorio della Regione, rappresentativo ciascuno nella propria squisita identità territoriale.

È prodotto dalla pregiata Pasticceria Gran Caffè Romano, di Solofra in provincia di Avellino, del maestro pasticciere Raffaele Romano – che rappresenta insieme al fratello Gianfranco, la terza generazione alla guida dell’attività di famiglia – il pluripremiato “Pantheon”. Si tratta di un classico artigianale di assoluta qualità da tradizione antica, vincitore nel 2018 al concorso “Panettone Day”, categoria “tradizionali”; poi nel 2019 e ancora nel 2020, medaglia d’oro, “Miglior Panettone del Mondo” della FIPGC.
Nato da una lievitazione di 36 ore con impiego del lievito madre rinfrescato ogni giorno – a pasta viva – vanta ingredienti di pregio, a partire dalle farine, per un risultato notevole di sofficità e fragranza.
Un’azienda votata a una produzione tradizionalmente classica, a base di ricette tramandate, alla quale sono stati affiancati dolci più moderni e originali creazioni.
Nella gestione al passo con i tempi, Raffaele si occupa dei laboratori, Gianfranco della mixology, tra cocktail e caffetteria.
www.grancafferomano.it

Alla nota “Pasticceria Princess dal 1970”, Airola in provincia di Benevento, del maestro pasticciere Nino Crispo, più volte premiato per i suoi lievitati delle feste, ecco il Panettone “Janara”.
È un armonioso insieme di piacevoli sapori tipici del Beneventano, contraddistinto dall’inconfondibile quanto famoso liquore Strega, caratteristico di questa provincia; il suo gusto si accorda perfettamente con il sapore intenso del cioccolato fondente.
Un dolce che si presenta come spiccatamente territoriale, nella variegata scelta di panettoni artigianali, tutti a base di prodotti di altissima qualità, lavorazione con lievito madre.
www.pasticceriaprincess.it

Della rinomata “Vanily Patisserie” del maestro pasticciere Luigi Conte, a Carinaro, in provincia di Caserta, tra vari tipi di panettoni proposti, a base d’ingredienti di alta qualità e lievito madre, spicca per originalità il “Panbusciò”,
un lievitato innovativo, premiato nel 2019 con la medaglia d’oro al concorso “Miglior Panettone del Mondo” della FIPGC, che si presenta d’impronta decisamente partenopea nel cuore di Babà classicamente bagnato con rum. La cupola chiara viene guarnita da fine cioccolato bianco e mandorle e si completa in un seducente abbraccio di crema pasticcera e amarene.
Il “Panbusciò” è la versione natalizia dell’ apprezzato “Kakkabush”, rinomato bignè ripieno, la cui produzione costante per tutto l’anno, caratterizza la gustosa offerta della nota pasticceria di Terra di Lavoro.
Puntando a raggiungere un risultato finale altamente rappresentativo della Campania, la pasticceria sceglie i migliori prodotti caratteristici regionali, come la melannurca, il mandarino, l’albicocca vesuviana, i vini Aglianico e Asprinio di Aversa. Per la lievitazione, sceglie il lievito madre.
www.facebook.com/vanille.patis

All’apprezzata “Pasticceria Generoso” di Ercolano in provincia di Napoli, il pluripremiato patron maestro pasticciere Matteo Cutolo, anche Campione del Mondo al World Trophy of Pastry, Ice Cream and Chocolate nel 2017, tra le scelte di gusto tradizionali e creative, per il prossimo Natale consiglia il “Panettone Pisto, Mela alla Cannella e Mandorle”, ideato con l’intenzione di aggiungere alla tradizione dei tocchi innovativi, unendo sapientemente i profumi ed i sapori del Pisto e le mandorle sgusciate, tipici del dolce natalizio partenopeo, alla nota particolare della melannurca nostrana, semi aromatizzati alla cannella. È veracemente napoletano d’impostazione, e spicca per il risultato finale: un lievitato di alta qualità campana.
Varie le produzioni. In esse e in particolare in questo prodotti dall’inconfondibile sapore, risalta il legame imprescindibile con la propria terra; esso porta a un risultato d’impronta artigianale, che coinvolge particolarmente le papille gustative ed olfattive. Nell’impasto sapiente, si avvertono i profumi ed i sapori tipici del Natale partenopeo del “Roccocò”, dolce immancabile sulle tavole natalizie del popolo napoletano e in generale di tutta la Campania.
www.pasticceriageneroso.it

Alla stimata “Pasticceria D’Elia” di Teggiano in provincia di Salerno, il maestro pasticciere Domenico Manfredi, per il Natale 2020 propone il ”Green Planet”, un lievitato particolare, fresco di riconoscimento: Medaglia di Bronzo al concorso “Miglior Panettone del Mondo” di questo 2020, FIPGC.
Salutare e verde: la giuria tecnica lo ha classificato tra i migliori panettoni innovativi per quanto riguarda profumo, taglio, cottura, gusto, alveolatura, sofficità.
A base di ingredienti appunto “green”, come la Pera Lardara, la mela verde, l’Alga Spirulina, lo Yuzu semicandito, il The Verde, il Lime, Basilico e Menta, denota una scelta ben precisa e sicuramente non comune.
Anche il burro è completamente vegetale: è infatti ottenuto dalla lavorazione del burro di cacao, dell’olio extravergine di oliva del Cilento e della buccia di limoni territoriali dall’intenso aroma.
Ne risulta un gusto fresco e delicato, che ne fa un lievitato del tutto originale, tra le tante nuove proposte Made in Campania, pur meritevoli di nota per qualità e gradevolezza.
www.pasticceriadelia.it

Le pasticceria, oltre alla vendita al banco, garantiscono il servizio di vendita on-line (e-commerce oppure tramite lo shop sui propri siti) con consegna veloce in tutta Italia. Si possono ricevere comodamente a casa, dunque i migliori Panettoni, realizzati da abili maestri pasticcieri, nei gusti più ricercati.

Non è un caso che, fra i migliori panettoni d’Italia, vengano premiati quelli campani.
Le eccellenti capacità tecniche unite all’estero creativi, dei maestri pasticcieri della Campania, e la qualità superiore degli ingredienti utilizzati, dai sapori e profumi unici e inconfondibili, vengono giustamente gratificate.
La tradizionale versione con canditi e uvetta, di tante ricette antiche, oggi è stata superata da riuscitissime ispirazioni innovative, che si legano ai prodotti del territorio che i maestri pasticcieri della regione campani sanno reinterpretate squisitamente, trasformando il panettone in un prodotto d’impronta magnificamente campana, in grado di rendere davvero speciali le festività natalizie.

 

Valerio Giuseppe Mandile