La chiesa del Carminiello a Toledo si fa location per la videoarte di Bill Viola

La chiesa del Carminiello a Toledo si fa location per la videoarte di Bill Viola

image_print

C’è uno spazio di Napoli che torna alla vita, luogo di riflessione e di contatto tra l’anima e i luoghi. Questo spazio, chiuso da tempo e oggi interessato da un importante progetto di restauro è la chiesa del Carminiello a Toledo. Chiesa dal prezioso pavimento maiolicato, opera della Bottega di Giuseppe e Donato Massa, mastri riggiolari, noti per aver realizzato il Chiostro Maiolicato di Santa Chiara, e attivi in tutta Napoli e, in particolare, nelle più importanti chiese della città nel XVIII secolo.

In questo spazio, sospeso nel tempo lo statunitense Bill Viola, padre della videoarte, porta la sua mostra dal titolo: “Bill Viola. Ritorno alla Vita” costituita da cinque opere: Earth Martyr, Air Martyr, Fire Martyr e Water Martyr datate 2014, che nascono dall’installazione video permanente su larga scala Martyrs (Earth, Air, Fire, Water), inaugurata nella Cattedrale di St. Paul a Londra, nel maggio del 2014 e, inoltre, Three Women (2008), che fa parte della serie Trasfigurazioni, dedicate alla riflessione sul passare del tempo e sul processo attraverso il quale si trasforma l’interiorità di una persona.

Nell’opera Three Women (2008), centrale nell’allestimento dell’esposizione, tre donne, una madre e due figlie attraversano il leggero passaggio fatto di acqua che separa il mondo delle tenebre da quello della vita, per poi lentamente ritornare una dopo l’altra verso la morte, tenendosi per mano sempre e volgendo un ultimo sguardo alla vita. Gli altri video rappresentano i martiri dell’acqua, del vento, del fuoco e della terra. Il pavimento maiolicato, e la chiesa decadente ma bellissima completano la mostra che diventa un unicum con la location espositiva.

Incantevole e magico è l’effetto. Bill Viola è uno dei più apprezzati artisti viventi di video arte. Nato nel 1951 a New York City, laureatosi a Siracusa, Viola realizza opere che coniugano la forza della performance con l’installazione, la musica con il video.

La mostra napoletana organizzata da Vanitas, insieme con Bill Viola Studio e Asso.Gio.Ca, che è attiva nelle operazioni di ripristino e restauro della chiesa, resterà aperta al pubblico fino all’8 Gennaio 2023. La chiesa del Carminiello a Toledo ritorna alla vita.

Articolo e @foto di Mina Grasso