Genitori separati e figli: a Napoli raccolta di firme per la riforma Pillon

image_print

Domenica 16 settembre 2018 le attiviste e gli attivisti di  Mantenimento Diretto – Movimento per l’Uguaglianza Genitoriale  scenderanno in piazza, contemporaneamente nelle maggiori città Italiane, per la RACCOLTA di FIRME indirizzata al Governo. La mozione e le firme raccolte serviranno per chiedere all’attuale Governo (che nel “contratto di governo” si è impegnato formalmente in tale senso)  che si attui la sospirata riforma che porti alla transizione dal modello separativo attuale che prevede, per i figli, un affido condiviso solo “sulla carta”  ma che “NEI FATTI È SOLO UN AFFIDO MONOGENITORIALE” ad una modalità di risoluzione del matrimonio (o delle altre unioni affettive), in presenza di figli minori, fondata su un “AFFIDO CONCRETAMENTE CONDIVISO” con tempi paritari di frequentazione e accudimento nonché sul “MANTENIMENTO DIRETTO DEI FIGLI ”  (eliminando quindi l’assegno di mantenimento gestito, senza rendicontazione, da uno solo dei genitori): si realizzerebbe, in questo modo, la responsabilizzazione di entrambi i genitori. Mantenimento Diretto – Movimento per l’Uguaglianza Genitoriale è in piena “lotta civile” su un tema che affligge – con numeri spaventosi – i figli della nostra Società ovvero il mancato rispetto di un loro sacrosanto e inalienabile “DIRITTO – ALLA BIGENITORIALITÀ”.

La BIGENITORIALITÀ è il diritto inalienabile per cui ogni bambino può è deve godere delle cure, dell’affetto e dell’educazione di entrambi i genitori in modo paritetico

[tale diritto è connesso ai pari diritti e doveri genitoriali, i quali hanno al tempo stesso il diritto di crescere i figli e il dovere di farlo].  I diritti precedenti sono sanciti dagli artt. 3, 29, 30 e 31 della Costituzione Italiana, dalla Convenzione Internazionale sui Diritti del Fanciullo e,

da ultimo, dal Disegno Di Legge (DDL) presentato dal senatore Simone Pillon (ed altri) depositato in Senato; intendiamo far si che tale DDL, con la nostra raccolta di firme provenienti dalla Società Civile, diventi Legge dello Stato Italiano “spingendo” il Governo ad intraprendere il dibattito parlamentare in tempi quanto più brevi possibile. A Napoli saranno presenti dalle ore 9:00 alle 14:00 e dalle ore 16:00 alle 20:00 con un gazebo posto in Piazza Trieste e Trento.

Luigi Borrone