Fondazione Vico: eventi di rilievo nel Maggio dei Monumenti

image_print
Visita Emanuele Filiberto di Savoia

Eventi di spessore e iniziative di grande interesse: così la Fondazione Giambattista Vico partecipa da protagonista all’edizione 2018 del Maggio dei Monumenti di Napoli, incentrato su Giambattista Vico, nel 350° anniversario dalla sua nascita, riconfermando ancora una volta nello specifico il proprio ruolo fondamentale.

È il presidente Luigi Maria Pepe, a presentare con ovvio orgoglio le iniziative organizzate dall’istituto di alta cultura, promosse con lo specifico obiettivo di sollecitare una riscoperta del pensiero vichiano in chiave moderna e contemporanea, fruibile da un pubblico ampio ed eterogeneoe non esclusivamente dagli studiosi e dagli appassionati pur numerosi.
In particolare, gli incontri previsti in questo mese a cura della Fondazione si evidenziano per qualità e per originalità d’impostazione e di contenuti.
“È importante oggi approcciarsi alla filosofia e soprattutto alla figura del Vico in modo diverso, esaminare come la filosofia può adattarsi, sensibilizzarsi e trovare attuazione nella  società in continua evoluzione  e nei suoi molteplici settori” – spiega il presidente Pepe, annunciando “Filosofi vs Strartupper”, in programma il 16 maggio alle ore 18 a Palazzo Marigliano, incontro mirato ad approfondire “come il filosofo può oggi ricamarsi un ruolo e uno spazio nella moderna realtà innovativa ed imprenditoriale apportando un suo contributo”.
Il 20 maggio ore 11 nel complesso monumentale di San Gennaro All’Olmo e San Biagio Maggiore, visita guidata nella chiesa dove il grande filosofo è stato battezzato: seguirà in incontro sulla sua figura e la sua opera e sulla Dieta mediterranea quale filosofia di vita; si parlerà tra l’altro, di come il soggiorno nel Cilento, in particolare a Vatolla, lo abbia restituito in salute e sia stato fonte di ispirazione per la sua opera “La Scienza Nuova”.

Presidente Fondazione Vico: Luigi Maria Pepe
“Dieta mediterranea è infatti anche questo: l’ambiente in cui si vive e la qualità della vita” – sottolinea Luigi Maria Pepe.
Farà seguito una degustazione a tema: prodotti tipici, nel rispetto dei dettami della Dieta mediterranea .
Il 25 maggio al Suor Orsola Benincasa, è in programma un seminario su Vico e le radici del Costituzionalismo.
Va poi ricordati che un grande consenso di pubblico e di critica ha connotato l’ inaugurazione della mostra su Vico firmata da Lello Esposito al Renaissance Hotel, curata da Jean-Noël Schifano, che ha visto la Fondazione Giambattista Vico partner dell’evento, presente all’inaugurazione anche con il musicista Marco Traverso, oltre che con i suoi vertici.
La Fondazione Giambattista Vico è stata fondata nel 1999 da una costola dell’Istituto Studi Filosofici.
Promuove seminari, convegni, master, borse di studio, spettacoli teatrali, concerti di musica classica ed il premio annuale internazionale Giambattista Vico, destinato a personalità del mondo della cultura, coinvolgendo anche vari Atenei italiani e stranieri, con l’intento di restituire la figura di Vico ed il suo pensiero all’umanità contemporanea, dimostrandone l’attualità.
Teresa Lucianelli