“Calling Europe”: l’urlo di rabbia dei V-Device

“Calling Europe”: l’urlo di rabbia dei V-Device
image_print

NAPOLI – Calling Europe è un urlo di rabbia, un viaggio allucinato, un concept – album che narra di illusioni, negligenza e del desiderio di svincolarsi da tutti gli stereotipi. La città di Napoli ne è il fulcro, il luogo non-luogo dal quale partono le sfuriate a tutto rock dei V-Device, quintetto che sbuca dalla fervida scena underground cittadina, protagonista di uno stile che miscela sapientemente riff rocciosi ad atmosfere più visionarie. In Calling Europe si alternano a tutto volume granitiche sequenze di power-chords, tappeti di sintetizzatori, nebbie di feedback, per un materiale che colpisce per grinta ed incisività.  I V-Device con il loro rock d’impatto frutto anche di un abile e mai banale utilizzo delle parti melodiche, riescono nell’impresa di portare il Vesuvio in prossimità delle dune di Palm Desert o degli scheletri d’acciaio di Detroit.  Registrato e missato nel ventre di Napoli, Calling Europe è un debutto discografico in grado finalmente di smuovere le coordinate spazio-musicali.

CALLING EUROPE – Distribuzione: Cd baby (Amazon, iTunes, Myspace music) Genere: alternative rock – grunge. Tracklis:   01 Calling Europe –  02 Citizen Kane –  03 This City  – 04 Hush – 05 A Question of Dice –  06 ASL Style  – 07 El Eternal Caravan – 08 Shadows of Light –  09 Messy Face – 10 Waterfall – 11 Trying to do it right

V-DEVICE (BIOGRAFIA) – La band nasce nel 2009. Davide Verde e Guy Costanzo, sono i fondatori. Il nome deriva da un lavoro dell’artista contemporaneo americano Bruce Nauman “Something Device”. La “V” sta per Violenza, Vittoria, il 5, come numerale e cardinale, in latino, ma, soprattutto, come simbolo di libertà ricordando la forma di un uccello in volo. Completano la formazione Fabius Shiva al piano, e Johhny Stones alla batteria. Nel 2011, due nuovi membri entrano a far parte del progetto: il batterista Francesco Stinga, che sostituisce Johnny Stones ed il chitarrista Francesco “Wood” Capasso. Avvalendosi della preziosa collaborazione di Rosario Vitiello, musicista con alle spalle svariate collaborazioni, la band ultima le registrazioni di Calling Europe, l’album di debutto in collaborazione con la Love&Craft.

 (c.s.)