Napoli: Radio Marte per i medici del Cotugno, uova di cioccolato a chi opera in prima linea

Radio Marte pensa a chi opera in prima linea contro il Coronavirus e omaggia il personale sanitario dell’Ospedale Cotugno con uova pasquali artigianali. Questa mattina, saranno consegnate all’azienda dei Colli, circa trecento uova di cioccolato Gallucci Faibano, a titolo di gratitudine per lo straordinario ed instancabile lavoro di emergenza. E nelle prossime ore, anche la città di Lauro (comune irpino dichiarato recentemente “zona rossa”), riceverà una fornitura di mascherine ad uso della popolazione. Iniziative che si susseguono senza sosta; qualche giorno fa, il pronto soccorso dell’ospedale di Ariano Irpino, ha ricevuto attraverso Radio Marte, un’importante dotazione di mascherine e liquido igienizzante.  Il palinsesto marziano è in onda, per precisa scelta editoriale, rispettando decreti e misure governative: distanze di sicurezza, sanificazione degli ambienti, utilizzo di presìdi sanitari e modalità smart working, in “casavisione”, sia in radio che in tv. dalle prime ore del mattino a tarda sera. Da “La Radiazza”, tra i programmi più seguiti e “socialmente utili” dell’etere campano, allo sport e all’intrattenimento “alldaylong”. Anche l’informazione segue l’emergenza Covid, fornendo continui aggiornamenti nell’arco dell’intera giornata.



Coronavirus: Report Protezione Civile nazionale, sono 93.187 i casi positivi

Presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.  Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 93.187 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 132.547 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 28.469 in Lombardia, 13.051 in Emilia-Romagna, 10.545 in Piemonte, 9.722 in Veneto, 5.301 in Toscana, 3.706 nelle Marche, 3.300 nel Lazio, 3.117 in Liguria, 2.698 in Campania, 2.115 in Puglia, 1.815 in Sicilia, 1.838 nella Provincia autonoma di Trento, 1.396 in Friuli Venezia Giulia, 1.425 in Abruzzo, 1.260 nella Provincia autonoma di Bolzano, 872 in Umbria, 819 in Sardegna, 722 in Calabria, 567 in Valle d’Aosta, 262 in Basilicata e 187 in Molise.

Sono 22.837 le persone guarite. I deceduti sono 16.523, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Aggiornamento delle ore 18.00



Video: Overlogic – “Whatever you may fear”

Secondo singolo anticipatore dell’album “Delife” in uscita per Urtovox rec il prossimo 15 Maggio.Sai riconoscere ciò che ti fa più paura? Questo è l’interrogativo del brano, che si mescola con la sua stessa affermazione in modo intimo e celato, in un continuo gioco di parole tra loop di drum machine e sintetizzatori analogici.Più che rivolgersi a un qualcuno, Whatever you may fear è una specie di flusso di coscienza interiore che ricorda i momenti di paura.Il lento crescendo del pezzo, che permette ai suoni di invadere lo spazio e disperdersi come una nube verso la fine, va di pari passo con il suo significato che non vuole una risoluzione, ma trova una risposta nel titolo del brano, ovvero “You may fear”: è normale provare paura.Quella degli Overlogic è una musica eclettica, energica, dal sapore vintage, tra post-punk, elettronica e industrial music, ma con un occhio che guarda all’orizzonte della modernità.




Coronavirus: sono 91.246 i positivi

Presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.  Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 91.246 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 128.948 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 28.124 in Lombardia, 12.837 in Emilia-Romagna, 10.177 in Piemonte, 9.409 in Veneto, 5.185 in Toscana, 3.578 nelle Marche, 3.186 nel Lazio, 3.093 in Liguria, 2.621 in Campania, 2.022 in Puglia, 1.774 in Sicilia, 1.795 nella Provincia autonoma di Trento, 1.363 in Friuli Venezia Giulia, 1.420 in Abruzzo, 1.226 nella Provincia autonoma di Bolzano, 898 in Umbria, 815 in Sardegna, 706 in Calabria, 576 in Valle d’Aosta, 254 in Basilicata e 187 in Molise.

Sono 21.815 le persone guarite. I deceduti sono 15.887, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Aggiornamento delle ore 18.00




Infermieri per Covid: il primo nucleo di volontari in partenza per le strutture sanitarie

Sono 93 i professionisti che, tra la giornata di oggi e e domenica, raggiungeranno le strutture sanitarie impegnate a fronteggiare l’emergenza in corso, nell’ambito dell’iniziativa “Infermieri per Covid”

Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Trentino e Valle D’Aosta sono le Regioni e Province autonome di destinazione di questo primo gruppo di infermieri volontari che andrà a supporto del personale regionale, da mesi impegnato negli ospedali dove sono trattati i pazienti affetti dal Coronavirus.

Un aiuto importantissimo e dal forte valore simbolico – ha sottolineato il Direttore del Dipartimento della Protezione Civile e coordinatore del comitato tecnico-scientifico sul Coronavirus Agostino Miozzo, nel portare il suo ringraziamento e saluto agli infermieri volontari.

“Grazie per la scelta coraggiosa che avete fatto. A voi va il ringraziamento del Governo e della Protezione Civile, a voi – ha sottolineato Miozzo – che avete deciso di lasciare temporaneamente il vostro lavoro quotidiano per dare sollievo ai tanti colleghi impegnati nell’emergenza Coronavirus e scrivere così una importante pagina solidale della nostra storia”.

Una spinta solidale che, significativamente, vede tutti impegnati: i medici e gli infermieri del Centro e del Sud Italia a supporto dei territori del Nord Italia, così duramente colpiti dall’emergenza, ma anche il personale sanitario di numerosi Paesi intervenuti a supporto del nostro, con team internazionali da Albania, Cina, Cuba, Russia, Stati Uniti, Ucraina.

La struttura sanitaria e la Regione di destinazione degli infermieri volontari in partenza in questi giorni sono state definite incrociando le loro specifiche professionalità con le esigenze rappresentate dai diversi territori.

La task-force costituita grazie a “Infermieri per Covid” – a partire da un bacino di oltre 9.400 candidature spontanee raccolte in appena 48 ore – è composta prevalentemente da professionisti di “area critica”. Si tratta quindi di infermieri che andranno a operare nei settori della rianimazione, della medicina di urgenza e di pronto soccorso in coerenza con le necessità di Regioni e Province autonome impegnate nel contrasto al Coronavirus.




Coronavirus Beneduce: cure uguali ovunque, anche a Sud, assistenza domiciliare

Appello della consigliera regionale FI, nella Commissione Sanità campana, “non lasciare fuori il Sud e la Campania che sono a corto di terapie intensive”: “se alcune cure danno risultati positivi è giusto estenderle a tutto il Paese”

Napoli. La consigliera regionale di Forza Italia, Flora Beneduce, nella Commissione Sanità della Campania, interviene sollecitando il governatore De Luca a definire in tempi brevissimi un piano di assistenza domiciliare

Beneduce chiede che si agisca “in un’ottica di unità, perché se alcune cure danno risultati positivi è giusto estenderle a tutto il Paese. Senza lasciare fuori il Sud e la Campania che sono a corto di terapie intensive”.

A riguardo, ricorda che “la somministrazione in via precoce, a domicilio, ai malati sintomatici di farmaci come la clorochina e l’idrossiclorochina, è stata avviata in alcune regioni italiane, su autorizzazione di AIFA” e questi medicinali, “pur essendo fuori indicazione, pare si stiano rivelando efficaci se utilizzati agli esordi dell`infezione da Covid19”. Inoltre, Beneduce individua come obiettivo primario “concentrarsi sui malati che restano a domicilio”, ovvero coloro che non presentano sintomi importanti, “e per i quali si è rivelato inefficace il solo utilizzo del paracetamolo”.

Nei giorni scorsi Beneduce ha inviato una missiva x urgente al presidente della Regione campana Vincenzo De Luca, chiedendo l’immediato intervento.

Beneduce sottolinea l’importanza di “un articolato ed efficace programma di potenziamento dell’assistenza domiciliare basato sulla prevenzione e non sull’emergenza”. A parere della primaria degli Ospedali riuniti della Penisola sorrentina, va “realizzato con assoluta immediatezza un piano di assistenza domiciliare per contrastare il Covid19 nelle prime fasi, a casa, in modo da rallentare la malattia ed evitare la pressione sulle terapie intensive”, reparti che nella nostra regione purtroppo hanno posto molto limitati, in rapporto al numero degli abitanti (circa il 10% di quella nazionale). È perciò vitale cercare di prevenire l’aggravamento della malattia perché non c’è abbastanza disponibilità per potere assistere molti pazienti in terapia intensiva.

La primaria degli Ospedali riuniti della Penisola sorrentina evidenzia che la Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, della Campania ha provveduto già ad attivarsi con un vademecum sulla gestione domiciliare della terapia precoce per il Covid19.

La plurispecialista sostiene che sia indispensabile “stilare linee guida che rendano uniformi in tutte le regioni l’adozione di protocolli circa l’uso domiciliare di alcuni farmaci”. Per raggiungere tale obiettivo “va compulsato l’Istituto Superiore di Sanità.

La consigliera della Campania indica quale esempio il modello sanitario del Veneto, similarmente pure anche in Piemonte ed Emilia Romagna, sottolineando che l’epidemia è giunta inizialmente al Nord dove è esplosa in maniera massiccia e le Regioni settentrionali “hanno gestito per prime la pandemia, con numeri importati”. Perciò  “devono rappresentare un esempio da seguire in questa fase di affanno del sistema sanitario campano”.

Va menzionato aggiuntivamente alla lettera di Flora Beneduce, che AIFA e Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori di Napoli hanno avviato lo studio per l’utilizzo di Tocilizumab nella malattia causata dal Sars CoV2. Se ne di sta parlando pressoché quotidianamente per i confortanti risultati che si stanno raggiungendo, tanti che su esso sono concentrare grandi speranze, in Italia come all’Estero, in particolare riguardo al protocollo definito dalla equipe del prof. napoletano Paolo Antonio Ascierto, eccellente ricercatore oncologo.

Gli scienziati stanno dunque valutando l’efficacia e la sicurezza del tocilizumab nel trattamento della polmonite quale complicanza del Covid19 causato dal nuovo coronavirus.

Lo studio è promosso dall’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Napoli con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e l’IRCCS di Reggio Emilia, e con la Commissione Tecnico Scientifica di AIFA, e scaturisce da una stretta intesa e fattiva collaborazione tra varie istituzioni pubbliche, tese a valutare gli effettivi benefici di tale farmaco – approvato e usato con ottimi risultati per l’artrite reumatoide – nei pazienti contagiati  gravemente.

Inoltre, sta consentendo di ottenere dati scientificamente validi sul trattamento e pure che l’uso già diffuso possa sostenere un nuovo valido percorso per definire tutti i trattamenti e valutarne in maniera sistematica l’impatto terapeutico.

Lo studio di fase sul primo gruppo prevede il trattamento di 330 pazienti ricoverati per polmonite da Covid19 che mostrano i primi segni di insufficienza respiratoria o siano stati intubati entro le ultime 24 ore, e deve verificare un’ipotesi di riduzione della mortalità.

La raccolta dati o studio osservazionale effettuati sul secondo gruppo, mira a migliorare le modalità di gestione dell’attuale emergenza ed è destinato ai pazienti intubati da oltre 24 ore e a quelli trattati prima della registrazione.

Armando Giuseppe Mandile




Domenica delle Palme in Campania ai tempi del Covid-19

L’olivo in Campania rappresenta un elemento caratterizzante sia del paesaggio che dell’economia di vaste aree della regione e della sua Biodiversità. La Campania madre della dieta mediterranea, unitamente ai vini, ai formaggi, ai limoni, ha nell’olio di oliva un ulteriore elemento di forza che si integra perfettamente nella prestigiosa tradizione alimentare e gastronomica, che ha reso la regione nota in tutto il mondo. Il vero punto di forza dell’olivicoltura campana è il patrimonio varietale estremamente ricco e diversificato anello portante della Biodiversità. A garanzia del consumatore tutti gli oli Dop della Campania sono sottoposti al controllo degli organismi di controllo indipendente dal mondo della produzione ed autorizzati dagli enti nazionali preposti. Oggi più che mai segnale di speranza e di coraggio contro la crisi sanitaria da coronavirus e rilancio del comparto economico. Cosi il Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo, già Delegato al settore Agricoltura della Provincia di Napoli,componente del Dipartimento Nazionale Agricoltura Agroalimentare Ambiente Acqua Biodiversità Pesca Risorsa Mare Ristorazione Servizi MNS, già per diversi anni Presidente del Comitato per la Promozione Valorizzazione e Tutela della Pizza Napoletana, Delegato per l’Agroalimentare della Provincia di Napoli Rosario Lopa, sulla Domenica delle Palme




Libri: Stai calmo & Usa le parole giuste nel giusto ordine

Ti sei sempre chiesto perché quando ti parli ti sembra di “auto-sabotarti”? Ti consigli sempre cose giuste e sensate ma sembrano non realizzarsi mai. In questo ebook Paolo Borzacchiello, trainer esperto di intelligenza linguistica e autore di vari best seller, ti suggerisce dei percorsi di comunicazione da seguire per realizzare ciò che vuoi.

L’autore ti guiderà alla costruzione di come parlarsi nel giusto modo: con le giuste parole e nel giusto ordine. Se fino ad oggi tutto quello che hai provato non ha funzionato, è perché non conoscevi i segreti inclusi in questo ebook. Leggilo, segui le indicazioni chiare passo passo e otterrai i cambiamenti mentali che hai sempre desiderato.

In questo ebook scoprirai le ancore verbali, il linguaggio proattivo, un sapiente e segreto uso del “non”, lo schema di incantesimi verbali da ripetersi come mantra magici, il priming inconscio e tanto altro.
Paolo Borzacchiello

Paolo Borzacchiello è Licensed NLP Trainer e Coach professionista certificato in Business e Life Coaching. Si è formato in PNL e Coaching presso l’istituto NLP ITALY® , certificato dalla NLP Society® di Richard Bandler. Si occupa di formazione personale e aziendale, consulenza aziendale, life e business coaching, marketing e pubblicità strategica e si avvale di partner importantissimi a livello nazionale.

Editore: Wide Edizioni
Anno di pubblicazione: 2018
Isbn: 9788831939924

Disponibile su Amazon




Corecom Campania, Falco: Sì a misure anticrisi Regione

“Ok al Piano del governatore De Luca”: dal primo esponente del Comitato regionale per le Comunicazioni. Presidente Ordine Giornalisti, Lucarelli: ”Risorse aggiuntive sono importante contributo in questo momento di grande difficoltà”

Favorevole al Piano anti-crisi del governatore Vincenzo De Luca, Domenico Falco, presidente del Comitato regionale per le Comunicazioni Campania.Il programma, che prevede uno stanziamento di 604 milioni di euro, viene definito da Falco “una vera e propria boccata d’ossigeno anche per le microimprese dell’editoria campana e per centinaia di operatori della comunicazione che erano stati lasciati fuori dalle misure governative del decreto ‘Cura Italia’ e che adesso potranno usufruire dei contributi regionali”.Il primo esponente Corecom della Campania e vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti regionale, esprime sulla presentazione delle direttive strategiche socio-economiche anti-crisi messe a punto dalla Regione Campania, “grande soddisfazione per le misure economiche adottate che rendono giustizia anche a un comparto già duramente messo alla prova dalle recente crisi per l’editoria e che rischiava, dopo l’emergenza del nuovo Coronavirus, di restare definitivamente al tappeto”. Ha aggiunto Falco in chiusura del suo intervento: “Ringrazio il presidente De Luca per aver accolto le istanze presentate a tutela del ruolo di una informazione libera e democratica che, anche in un periodo di estrema difficoltà come quello che stiamo vivendo, sta svolgendo il proprio compito in Campania con sacrifico e professionalità”.Pure il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, ha pronunciato frasi di apprezzamento per il Piano del governatore, sull’importanza di questa “misura aggiuntiva rispetto al ‘Cura Italia’”, affermando che “rappresenta un importante contributo in un momento di grande difficoltà che vede i giornalisti al lavoro tra grandi sacrifici per informare il Paese attimo dopo attimo”.Ancora, ha focalizzato il fondamentale compito assolto in questa drammatica circostanza dai rappresentanti dei mass media, impegnati in prima linea, ovvero in strada per l’emergenza, a proprio rischio e pericolo, per tutelare il diritto/dovere d’informazione alla base dell’esercizio della professione.

Armando Giuseppe Mandile




Coronavirus: Protezione Civile comunica, sono 88.274 i positivi in Italia

Presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile proseguono i lavori del Comitato Operativo al fine di assicurare il coordinamento degli interventi delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.  Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale, al momento 88.274 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 124.632 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 27.220 in Lombardia, 12.523 in Emilia-Romagna, 9.693 in Piemonte, 9.093 in Veneto, 5.054 in Toscana, 3.497 nelle Marche, 3.106 nel Lazio, 2.894 in Liguria, 2.496 in Campania, 1.973 in Puglia, 1.726 in Sicilia, 1.753 nella Provincia autonoma di Trento, 1.336 in Friuli Venezia Giulia, 1.356 in Abruzzo, 1.201 nella Provincia autonoma di Bolzano, 927 in Umbria, 789 in Sardegna, 662 in Calabria, 560 in Valle d’Aosta, 244 in Basilicata e 171in Molise.

Sono 20.996 le persone guarite. I deceduti sono 15.362, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Aggiornamento delle ore 18.00




EMBODIED THOUGHT : 19 artisti per un progetto online della Galleria Poggiali

Milano 4 aprile 2020. Da Enzo Cucchi a Luigi Ghirri, da Goldschmied & Chiari a Manfredi Beninati, da Claudio Parmiggiani a Grazia Toderi e molti altri ancora. Sono 19 gli artisti protagonisti di EMBODIED THOUGHT progetto online che coinvolge il sito web e il profilo Instagram della Galleria Poggiali.

Un’immagine al giorno per un mese, dal 4 aprile al 9 maggio 2020, per dare forma alla nuova, sospesa realtà del vissuto umano contemporaneo.

Traendo ispirazione dal pensiero del filosofo francese Maurice Merleau – Ponty che considerava il ruolo della percezione fondamentale nella costruzione del linguaggio, della scienza e delle arti, EMBODIED THOUGHT cerca di offrire al pubblico una lettura del nostro “nuovo presente” e della valenza significativa che oggi assumono le nostre percezioni in una condizione di isolamento forzato.

In questo momento di necessaria sospensione delle attività, la Galleria Poggiali non intende fermarsi, e con questo progetto digitale ha voluto proporre al suo pubblico un momento di riflessione e di approfondimento, un percorso tra le immagini degli artisti con i quali, negli anni, ha costruito una relazione fatta di confronto e scambi di esperienze, insegnamenti e crescita reciproca.

EMBODIED THOUGHT offre una occasione di rilettura delle esperienze del passato e una analisi delle vicende del presente, per guardare al futuro con slancio e curiosità.

Gli artisti: Manfredi Beninati, Slater Bradley, Enzo Cucchi, Zhivago Duncan, Marco Fantini, Giovanni Frangi, Luigi Ghirri, Goldschmied & Chiari, J&Peg, John Isaacs, Thomas Kovachevich, Eliseo Mattiacci, Youssef Nabil, Luca Pignatelli, Claudio Parmiggiani, Roberto Barni, Grazia Toderi, Fabio Viale, Gilberto Zorio.

EMBODIED THOUGHT prosegue nella direzione intrapresa dalla Galleria Poggiali di digitalizzazione e implementazione dei propri canali online cominciate con l’apertura della pagina MEDIA sul sito che raccoglie l’archivio di contenuti multimediali relativi alle mostre.

 




Tv: “Che tempo che fa” ritorna Domenica 5 aprile su Rai2

Domenica 5 aprile 2020 su Rai2 torna Che Tempo Che Fa di Fabio Fazio con un’altra puntata di grande servizio pubblico e informativo ampiamente dedicata all’emergenza Coronavirus: diversi contributi e collegamenti sul tema sono previsti sia nell’appuntamento delle ore 21.00 sia in quello precedente delle ore 19.40 con Che Tempo Che Farà.

La star mondiale Sting, vincitore di 17 Grammy Awards, 3 BRIT Awards e un Golden Globe, che in questi giorni ha pubblicato un messaggio di solidarietà al nostro Paese, al quale è da sempre molto legato, si esibirà in una speciale performance live.

Ospiti della puntata, che vede gli interventi di Luciana Littizzetto, Filippa Lagerbåck, Gigi Marzullo, Mago Forest, Nino Frassica: la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina; il Presidente della Regione Lazio e Segretario Nazionale del PD Nicola Zingaretti; il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli; i virologi Roberto Burioni e Guido Silvestri, professore ordinario e capo dipartimento di Patologia e Medicina di Laboratorio alla Emory University di Atlanta; il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro; il segretario generale nazionale della Federazione italiana medici di famiglia Silvestro Scotti.

Prosegue lo spazio con l’aggiornamento dal mondo, con il direttore di Rai News Antonio Di Bella e i corrispondenti Rai Giovanna Botteri da Pechino, Claudio Pagliara da New York, Marc Innaro da Mosca, Iman Sabbah da Parigi, Barbara Gruden da Berlino, Marco Varvello da Londra e Giammarco Sicuro da Madrid.

E ancora: lo scrittore Roberto Saviano in collegamento da New York; il giudice emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese; il comico Enrico Brignano.

Che Tempo Che Fa è realizzato da Rai2 in collaborazione con l’OFFicina e va in onda dagli studi del Centro di Produzione Rai di Milano con la regia di Cristian Biondani. Che Tempo Che Fa è scritto da: Gianluca Brullo, Fabio Fazio, Walter Fontana, Arnaldo Greco, Veronica Oliva e Piero Guerrera, con la consulenza di Stefano Faure, Giacomo Freri, Giacomo Papi e Antonietta Zaccaro. La scenografia è di Marco Calzavara. Produttore esecutivo Rai Luisa Pistacchio, Produttore esecutivo L’OFFicina Max Giammarrusti.