Campania, la consigliera regionale forzista presenta interrogazione su fabbisogno rete regionale e denuncia: “pericolo di viraggio verso Sanità privata”

image_print

Flora  Beneduce accende i riflettori sul rischio in Campania di “un pericoloso viraggio dalla Sanità pubblica verso quella privata accreditata”.

La consigliera regionale della Campania e responsabile del Dipartimento Sanità di Forza Italia, battagliera primaria degli Ospedali riuniti della Penisola sorrentina annuncia di avere presentato una specifica interrogazione “sull’applicazione dei criteri e modalità di scelta dei centri di assistenza diabetologica di II livello”.

“Non bisogna dimenticare che i costi dei centri convenzionati si vanno ad aggiungere ai costi già sostenuti dai cittadini per le strutture pubbliche” aggiunge la consigliera che, a sostegno della propria tesi, cita efficaci considerazioni e sottolinea come il decreto 51/17 del Commissario ad acta – che definisce la rete delle strutture pubbliche per l’assistenza obbligatoria di II livello ed il fabbisogno di strutture private per ciascuna Azienda Sanitaria Locale – sia attualmente sbilanciato verso il privato”.

Beneduce evidenzia a riprova di quanto affermato che “la Asl NA3Sud ha preferito potenziare il privato accreditato rispetto alle strutture pubbliche già esistenti e funzionanti”.

Infine, conclude: “I centri privati accreditati sicuramente sono una realtà necessaria in una regione come la nostra con forti criticità ma, sicuramente devono essere integrativi e non sostitutivi delle strutture pubbliche”.

Teresa Lucianelli