Il mito di Totò ricostituisce la coppia cinematografica Giannini-Sastri

Brindisi artistico tra Giancarlo Giannini e Lina Sastri: nuovamente insieme la coppia protagonista del film “Mi manda Picone”, film cult della cinematografia italiana. I due attori di sono rivisti in  occasione della serata dedicata a Totò, organizzata alla Casa di Ninetta, della famiglia Sastri.

A Napoli e per lo spettacolo in programmazione al teatro Palapartenope, Giannini ha colto l’invito di Lina Sastri ed ha siglato con la dua rappresentativa presenza l’evento, rendendolo unico.

Di nuovo insieme i due interpreti principali della famosa pellicola, dunque ricostruita un’unione cinematografica di spessore artistico e di successo.

La Sastri con la sua famiglia, il fratello Carmine ed i figli Francesco ed Anna hanno infatti celebrato con una serata speciale il Principe della risata a mezzo secolo dalla sua scomparsa ricordandone nel loro locale di famiglia la figura di artista dalle tante sfaccettature.

Inserito nella serie “A tavola con Totò”, l’evento fa parte delle manifestazioni di questo anno in cui il celebre artista viene ricordato in svariati modi ed in svariate vesti e vede l’impegno del Magazine online La buona tavola.

In primo piano le canzoni e le poesie di Totò. Interpreti: il canta-compositore Giovanni Block accompagnato dal pianista Francesco Lettieri e l’attrice Roberta Frascati con la sua capacità interpretativa.

Tra i presenti soprattutto artisti, molti aficionados del ristorante, come i musicisti Enzo Gragnaniello, Eugenio Bennato,  Luca Amitrano, l’attrice Susy Mennella.

Tra gli ospiti, il console della Colombia Antonio Maglione.

Presente la famiglia Maglietta di Gay Odin, che ha fornito l’apprezzato dolce e l’ azienda viti-vinicola Mastroberardino, rappresentata da Elio Ondino con i suoi vini, che hanno sponsorizzato l’evento.

Artisti, professionisti ed imprenditori, tutti insieme a degustare i piatti della tradizione napoletana, che ricalcano le ricette originali raccolte nel libro “Fegato qua, fegato là, fegato fritto e baccalà” edito da Rizzoli e scritto a quattro mani dalla figlia Liliana de Curtis e Matilde Amorosi, che è considerata la biografa ufficiale di Totò: Parmigiana di Melanzane, Millefoglie di Baccalà e Patate, Genovese con carne, Pasta e Patate con provola.

 Armando Giuseppe Mandile