Estate a Cicerale: protagoniste le bellezze del Cilento e le tradizioni millenarie

In calendario il meglio della cultura, dell’arte, degli antichi mestieri del territorio, tra sacro e profano, storia e leggenda

La ridente Cicerale, a pochi minuti dalla splendida spiaggia di Trentiva ad Agropoli ed immersa nel verde lussureggiante dei monti cilentani, famosa per la coltivazione dei ceci di alta qualità e per la cultura stessa del cece, primaria è rinomata risorsa nei secoli di un territorio ricco di storia e di tradizioni radicate, dedica l’ estate ad attività ludiche, artistiche e culturali e tra esse un concorso di bellezza mirato alla promozione delle giovani del territorio che aspirano ad entrare nel mondo della moda e dello spettacolo: “Miss l’Aurora di Cicerale 2017″.
L’evento è in programma stasera in piazza Primicile Carafa ed è organizzato dall’ “Associazione Culturale L’Aurora” e fortemente voluta dal suo direttore artistico Enzo Trombetta unitamente al presidente Michele Calabrese, con la fattiva ed indispensabile collaborazione della Pro Loco di Cicerale, presieduta dall’instancabile Matteo Del Galdo, tra i fiori all’occhiello dei 38 comuni del Cilento, e con il Comune di Cicerale guidato con impegno dal sindaco Francesco Carpinelli.
A presentare, Valeria Iuliano, coreografie di Denise e Nancy D´Arminio, Gessica De Martino, con la partecipazione della cantante Antonietta Speranza.
“Anche per questo 2017 la manifestazione clou del territorio sarà la Festa dei Ceci, largamente ed attivamente partecipata da tutti gli abitanti, che richiama ogni anno migliaia di turisti nel nostro centro – annuncia il presidente Del Galdo – Si tratta di un una tre giorni, in programma dal 21 al 23, promossa dalla Pro Loco e dal Comune”.
In essa, Cicerale testimonia le sue tradizioni e promuove le produzioni autoctone ed in primo luogo l’enogastronomia locale, col supporto di un’ambientazione particolare – con la mostra dedicata ai mestieri di un tempo e degli attrezzi antichi, gli abitanti in costumi d’epoca – che consente al visitatore di immergersi in un’atmosfera che lo riporta indietro nei secoli ed attraverso un mirato percorso a tappe, gli consente di conoscere gli angoli più suggestivi di Cicerale, ricchi di storia e di leggenda, ed allo stesso tempo di conoscere le proposte gastronomiche tipiche più antiche e rappresentative.
Una occasione da prendere al volo per avvicinarsi all’autentico Cilento e conoscerne i più intimi e genuini aspetti, in un’atmosfera di grande e sentita accoglienza, nella quale l’ospite è particolarmente accolto ed onorato, proprio come era d’uso – soprattutto per i nobili in visita e di passaggio – nei tempi antichi, quando la popolazione cilentana, fiera ed indomita, apriva le proprie case e le dispense a chi era stimato e considerato dunque meritevole di essere degnamente ospitato.
“Abbiamo pensato di arricchire l’offerta delle manifestazioni estive sul nostro territorio includendo un appuntamento dedicato prioritariamente ai giovani ed in particolare alle tante belle ragazze cilentane, offrendo loro la possibilità di avvicinarsi concretamente al settore della moda ed a quello dello spettacolo. Il calendario degli eventi di luglio ed agosto si apre così a nuove prospettive non soltanto tradizionalmente culturali ed artistiche ma ad ampio raggio in quanto mirate a favorire i nostri ragazzi nel campo del lavoro e della formazione in vari ambiti” – afferma Matteo del Galdo.
Inoltre, un’altra importante manifestazione è in calendario per questa estate: quella padronale, snche oarticokarmente partecipata, che parte il 18 agosto e prosegue il 19, a cura della parrocchia di San Giorgio e dedicata proprio all venerato santo patrono di Cicerale, organizzata sotto l’egida del parroco Don Peppino Dianese.

Teresa Lucianelli