Alla Media Palasciano di Pianura la premiazione per una corretta alimentazione

image_print

PROGETTO QUADRIFOGLIO IN COLLABORAZIONE CON L’ASL

30 maggio u.s. evento conclusivo del progetto “Quadrifoglio” presso il teatro della scuola secondaria di 1° grado Palasciano, un progetto che ha coinvolto tutto l’anno gli alunni al fine di imparare ad alimentarsi in modo sano e corretto. I ragazzi hanno presentato il percorso, illustrando nei particolari cosa significa mangiare bene, ed i genitori sono stati coinvolti in attività e giochi interattivi. Al termine dell’evento la premiazione degli studenti che si sono distinti per aver scelto durante l’intero anno scolastico merende sane ed alimenti genuini.
Grazie alla docente di Scienze, prof.ssa Di Gioia che ha creduto nell’importanza del percorso proposto dalla ASL Napoli 1 e ne ha coordinato l’attività e ai proff. Ciociola, Lucariello, Lo Gatto, Argo, Cutillo, Mauro e Varchetta che hanno seguito gli alunni dopo una adeguata formazione. Entusiasta la Dirigente Scolastica Maria Luisa Salvia che prima di premiare gli alunni si è complimentata per il pregevole lavoro svolto auspicando una fruttuosa ricaduta.
Una corretta alimentazione: motivazioni non solo di carattere “sanitario”, ma anche culturali, ambientaliste. In particolare i principali contenuti proposti sono stati:
– che esiste un nesso tra alimentazione, società e ambiente
– che i comportamenti alimentari sono mutati nel corso della storia. Negli ultimi decenni si è verificato un consistente e rapido cambiamento delle abitudini alimentari, dovuto sia alla maggiore ricchezza, sia all’assunzione acritica di modelli alimentari imposti dai mass-media (telefilm, film, fumetti, pubblicità ecc.) e questo ha portato ad una diminuzione della fame e delle patologie da sottonutrizione nei paesi sviluppati, con comparsa di patologie da
sopranutrizione e da malnutrizione (arteriosclerosi e malattie cardiovascolari, cancro, obesità ecc.), nonché ad uno sfruttamento delle risorse dei paesi del Terzo Mondo e alla persistenza, in questi paesi, di patologie da sotto nutrizione.
Sono stati trattati ed approfonditi i seguenti temi: Le caratteristiche e i benefici della dieta mediterranea e gli effetti della dieta troppo ricca di prodotti di origine animale.
Itinerario
Breve storia dell’alimentazione.
“Alimentarsi meglio per difendere
l’ambiente” e “Cosa sono gli OGM”.
Ci è sembrato importante trattare questi aspetti
– spesso ignorati – della nostra alimentazione, perché crediamo che un compito primario della scuola sia quello di “aprire gli occhi” sulla realtà, in particolare sui più drammatici problemi della nostra epoca – ha sottolineato la prof. Di Gioia che ha curato le fasi operative dell’interessante attività progettuale. Tali letture possono essere quindi il punto di partenza per un nuovo approccio didattico. Lo scopo di queste letture è anche quello di fornire ulteriori motivazioni per acquisire abitudini alimentari più sane.
Si discute sui temi affrontati da queste letture. Nel corso della discussione l’insegnante può
mostrare le tabelle sui cambiamenti dei consumi alimentari e il calendario di maturazione delle verdure,della frutta.
Giochi per l’educazione linguistica. La funzione dei giochi è prevalentemente quella
di vivacizzare e “alleggerire” il discorso, nel momento e nel caso in cui questo entri in una fase di caduta di interesse.
Sta all’insegnante stabilire, in base ai requisiti della scolaresca, se approfondire l’aspetto linguistico o quello grafico.
Fondamentale è stato il coinvolgimento delle famiglie.
Esse hanno ben risposto e la collaborazione è risultata decisamente positiva ai fini dell’induzione di corrette abitudini alimentari.
Progetto Quadrifoglio dunque, per sensibilizzare i giovani ad una corretta alimentazione ma anche ad un’adeguata attività fisica.
Ciascun insegnante, quindi, dovrà cercare le strategie più idonee per il giusto coinvolgimento.
Una volta maturata la consapevolezza che nutrendosi bene si vive meglio sarà tutto più naturale e spontaneo con un significativo conseguente benessere psicofisico.

     ENNIO S. VARCHETTA