Agevolazioni fitti, Qualiano scrive di nuovo alla Regione

Agevolazioni fitti, Qualiano scrive di nuovo alla Regione
image_print

Al centro della nota di solletico la richiesta di riscrivere in Bilancio i fondi per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione per le annualità 2007-2008-2009-2010. Il sindaco De Luca: “Chi ha guidato la nostra città ha pensato ad altro e non ai cittadini”

 Le condizioni sociali dei richiedenti il sostegno alla locazione, sono di una tale difficoltà e gravità da mettere Codesto Ente ed i suoi attuali Amministratori nell’impossibilità di far comprendere a coloro che vivono il disagio, che in 9 anni un Ente non ha avuto la capacità di erogare un contributo dovuto”. Lo scrive il sindaco Ludovico De Luca in calce ad un nuovo sollecito,  inviato alla  Giunta regionale della Campania, Area Generale di Coordinamento Governo del Territorio, Settore Edilizia Pubblica in locazione abitativa,  per chiedere, come previsto per legge, di riscrivere nel Bilancio regionale, i Fondi assegnati per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, per le annualità 2007-2008-2009-2010.

Tali fondi sono perenti, vale a dire che l’Amministrazione che ha guidato Qualiano fino al 2013, non si è mai interessata di dare seguito agli atti e di richiedere le cifre stanziate,  che sono cadute in perenzione, ovvero cancellate dalle scritture contabili, ma per fortuna ancora esigibili. Il Comune di Qualiano, solo con l’Amministrazione De Luca,  ha completato tutti gli atti di propria competenza  nel 2014 e da allora sta chiedendo alla Regione, Ente erogatore, di stanziare nuovamente a Bilancio le somme destinate ai beneficiari residenti nel territorio comunale e che hanno prodotto richiesta.

Per procedere al pagamento del contributo, quindi, è fondamentale rimettere le somme destinate a Qualiano nel nuovo Bilancio regionale e tale richiesta di iscrizione, è stata avanzata da parte del Comune di Qualiano, già nel 2014, a completamento di tutta la procedura interna pendente (con nota N.4561 del 21/4/15)  e ulteriormente sollecitata nel 2015 con nota N.10988 del 9/10/2015. A questi solleciti si somma quello del 22/7/16 (n.7945).

Non ci fermeremo.-chiosa il sindaco De Luca- Continueremo a chiedere di iscrivere le somme in Bilancio regionale. E’ un diritto dei nostri cittadini avere le somme destinate all’agevolazione del fitto. Sicuramente non possono pagare l’inadempienza di chi ci ha preceduto, che ha pensato ad altro e non a fare gli interessi dei cittadini”.