A Pianura ora c’è “Un Villaggio per Crescere”

TotemGO

image_print
NAPOLI –  “Un Villaggio per Crescere”: una nuova speranza per Pianura e i sui figli.
Sul territorio vi sono molteplici problematiche che interessano soprattutto le zone periferiche: disoccupazione, abusivismo, degrado ambientale ed urbanistico, illegalità. Ed è qui che si manifesta maggiormente l’importanza di offrire ai bambini una prospettiva di vita diversa, in cui siano la creatività, l’educazione, la bellezza di ogni forma d’arte, il credere nella forza del cambiamento in opposizione a indifferenza e immobilismo, attraverso la partecipazione attiva di ognuno e della Comunità intera.
Il presidio sarà inaugurato giovedì 10 gennaio alle ore 10, nella sede dell’Istituto Comprensivo Don Giustino Russolillo (via Comunale Napoli n. 101).
Nel corso dell’evento, che costituisce un importante traguardo sociale, saranno illustrate le finalità e le caratteristiche. Alla cerimonia parteciperanno le Istituzioni Comunali e dei cittadini, le Associazioni partner del progetto nell’area campana, gli educatori e gli operatori coinvolti.
Il progetto, selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, punta ad offrire uno spazio educativo gratuito dove coltivare e condividere creatività e bellezza formativa, ai bambini e alle loro famiglie. I piccoli, da 0 a 6 anni, devono essere residenti in aree/comunità caratterizzate da alta prevalenza di povertà educativa e/o carenza o scarsa fruizione di servizi per l’infanzia.
Bambini e famiglie verranno coinvolti quotidianamente, in orari sia mattutini sia pomeridiani, secondo le diverse esigenze. Vi saranno attività di lettura, gioco emotivo, pittura, orto didattico e musica, per le fasce d’età 0-3 anni e 3-6 anni.
I bimbi vi potranno accedere unitamente ai parenti stretti, gratuitamente e lì potranno vivere momenti di condivisione legati alla lettura dialogica, al gioco empatico, all’arte pittorica, alla coltivazione dell’orto, all’ascolto e alla musica.
Il fine principale di questa nuova offerta significativa per la zona, vuole essere quello di prendersi cura di sé e dell’altro; crescere insieme in un villaggio che vede protagonisti genitori e bambini, operatori ed insegnanti, uniti dall’esigenza di creare una rete umana di creatività, educazione e motivazione formativa per sostenere lo sviluppo psico-fisico, emotivo, cognitivo e relazionale di ciascun bambino, cittadino del domani, assicurando un sostegno concreto al nucleo familiare, tenendo presente che, prima della parola, il bambino sente e percepisce ciò che lo circonda. Per questo motivo si deve iniziare dall’Infanzia, dai primi istanti di vita e pure dalle famiglie che necessitano di un indirizzo da seguire e del supporto di persone preparate e competenti nella comunicazione adulto/bambino che possano favorire un’adeguata e soddisfacente relazione già in partenza,  a se indispensabile per una crescita sana.
“Oggi più che mai rileviamo la necessità di porre i primissimi anni dell’infanzia al centro dell’intervento educativo che può essere rivolto alle famiglie e ai loro bambini coinvolgendoli insieme” spiega Daniela Pes, dirigente scolastico dell’I.C. “Don G. Russolillo” e coordinatrice del Villaggio per crescere-Napoli.
“Tramite la cura della relazione genitori-figli, sostenuta attraverso molteplici e qualificati servizi alle famiglie con bambini piccolissimi, e attraverso la sperimentazione di nuove forme e modalità di condivisione dell’esperienza con i propri piccoli da parte dei genitori, è possibile attivare le risorse necessarie per sostenere al meglio lo sviluppo nella primissima infanzia, contrastando così forme di disagio cognitivo e socio-relazionale e ponendo le basi per una società che si occupi veramente dei propri cittadini e guardi con fiducia e rinnovato entusiasmo alle generazioni future”.
“Un Villaggio per Crescere” di Pianura si svilupperà sulla condivisione di idee, competenze ed esperienze per costruire una “Comunità Educante” che abbia consapevolezza di essere essa stessa pienamente villaggio.
Il progetto sorge a Napoli in collaborazione con La Locomotiva, Cooperativa Sociale Onlus che fornisce servizi socio-educativi, con Fondazione POLIS, per le specifiche azioni di sistema e operative a supporto dell’interesse collettivo in termini di promozione della legalità e tutela delle vittime della criminalità, e con la rete “Nati per Leggere Campania”, coordinamento regionale del programma di promozione della lettura rivolto alle famiglie con bambini in età prescolare, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dal CSB,  Onlus Centro per la salute del bambino.
Rientra per finalità nel progetto nazionale “Se cambiamo l’inizio della storia, cambiamo tutta la storia” e si propone di garantire un’accoglienza educativa di qualità in luoghi di facile accessibilità, gratuiti, arredati e dotati dei materiali appositamente scelti, dove verrà proposta un’offerta educativa strutturata per fasce di età, centrata su buone pratiche di dimostrata efficacia per lo sviluppo cognitivo e socio-relazionale del bambino e per il rafforzamento delle competenze dei genitori; per vivere con essi delle esperienze in cui il tempo sia di qualità, la relazione sia profonda e le opportunità di crescita siano sempre maggiori.
Si propone di sostenere i genitori, quali portatori e continuatori di nuove esperienze e competenze, promuovendo l’allargamento di una rete umana di condivisione, in aree/comunità caratterizzate da alta prevalenza di povertà educativa e/o carenza o scarsa fruizione di servizi per l’infanzia.
Selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, con il progetto si ci propone di creare e riconoscersi come Comunità, attraverso la cura e la guida della famiglia.
“Un Villaggio per Crescere” è un progetto su scala nazionale, proposto e coordinato dal Centro per la salute del Bambino – ONLUS, approvato nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile,  area 0-6 anni, (Art. 1 comma 392 della legge 28 dicembre 2015, n. 208).
Tra gli obiettivi principali, quello di assicurare un’offerta educativa di qualità. Prevede la creazione di nove presìdi, allestiti in strutture messe a disposizione da Enti pubblici (Comuni, Istituti Scolastici) o da privati. In particolare, in Campania sono interessati pure il Comune di San Cipriano d’Aversa (CE), è quello di Comune di Cervinara (AV).
Le altre aree: Regione Piemonte, Comune di Torino (Barriera Milano); Regione Liguria, Comune di Genova (Val Polcevera); Regone Umbria: Comune di Foligno (PG) (con attività anche su Norcia, Cascia e Peci); Regione Basilicata, Comune di Policoro (MT); Regione: Calabria, Comune di Cosenza; Regione: Sicilia, Comune di Siracusa (Mazzarona).
Da una convergenza di fini tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da ACRI, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo, nasce il Fondo che sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuarne i programmi a giugno 2016 è nata l’impresa sociale “Con i Bambini”, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla “Fondazione CON IL SUD”, www.conibambini.org, finalizzata ad attuarne i programmi.
Teresa Lucianelli